Caricamento in corso...
07 luglio 2011

Copa America: pari con la Colombia, l'Argentina è in crisi

print-icon
cam

I padroni di casa non vanno oltre lo 0-0 contro i Cafeteros guidati da Hernan Gomez. Il pericolo di incontrare il Brasile già ai quarti (eventualità prevista per la terza classificata del girone A) è a questo punto reale. Messi ancora a secco. HIGHLIGHTS

Gioca alla Fantacopa

Copa America 2011 - lo Speciale - il Calendario

Rivivi la cronaca dei match



Ancora un brutto pareggio per l'Argentina di Leo Messi e quell'attacco che, almeno sulla carta, fa paura a tutti: nella sua seconda partita alla Coppa America, la Nazionale guidata da Batista non è riuscita a battere la Colombia e si trova ora sull'orlo del baratro. Dopo la partita giocata nella notte di fronte a 37 mila spettatori allo stadio "Cimitero degli Elefanti" nella città di Santa Fe, i Cafeteros passano in testa nel gruppo A con quattro punti, di fatto qualificati alla seconda fase.

L'Argentina delude ancora, com'era successo nell'esordio venerdì con la Bolivia: e infatti, sia alla fine del primo tempo, ma soprattutto in chiusura della partita, il pubblico ha fischiato, e insultato, i suoi giocatori. Qualcuno ha tra l'altro invocato il ritorno di Diego Maradona quale ct, al posto di Sergio Batista. A confermare che l'ingranaggio argentino non funziona c'è d'altra parte il fatto che il migliore della squadra è stato il portiere, 'Gato' Romero. L'insieme di stelle della nazionale biancoceleste non è insomma riuscita a formare la costellazione che tutti si aspettavano di vedere alla Coppa America: questa notte, di fronte ad una Colombia ordinata e precisa, sarebbe potuta uscire sconfitta senza poter neanche recriminare. Le migliori occasioni, sia nel primo sia nel secondo tempo - almeno cinque- sei nettissime - sono state tutte della squadra guidata dal ct Hernan Dario Gomez, il quale ha avuto quali punti di forza il difensore milanista Mario Yepes, il centrocampista Carlos Sanchez e l'attaccante Radamel Falcao Garcia.

Dopo aver predominato all'inizio del primo tempo, la "Seleccion" ha perso consistenza, mentre la Colombia guadagnava metri facendosi più insidiosa. L'episodio che segna la gara è un errore che da solo può valere i tre rigori sbagliati nella stessa partita (Colombia-Argentina del luglio 1999) da Martin Palermo: in questo caso il rigore non viene assegnato. L'arbitro brasiliano Salvio Fagundes concede il vantaggio ai colombiani su un intervento di Burdisso ai danni di Adrian Ramos, ma il suo compagno Moreno calcia fuori a porta vuota. "Queste sono disgrazie" commenta Hernan Crespo nella telecronaca di Skysport.

Messi non è mai apparso in partita, a parte qualche sprazzo nella prima parte. La marcatura scaglionata "anti-Pulce", già messa in pratica dalla Bolivia, ha dato i suoi frutti anche da una Colombia che, soprattutto nella seconda parte, ha saputo curare la palla, mantenere l'ordine e la calma. Batista sfrutta i suoi tre cambi a disposizione ma non ne viene a capo: l'Argentina è in piena crisi e nel gruppo A, con due punti, rischia seriamente di farsi superare da Bolivia o Costa Rica, che si affronteranno oggi. La possibilità di incontrare il Brasile già ai quarti diventa quindi reale.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky