Caricamento in corso...
26 luglio 2011

Ibra non basta al Milan, Roma dai due volti. Juve di misura

print-icon
bay

Ibrahimovic in azione contro il Bayern Monaco (Foto Getty)

AMICHEVOLI. Rossoneri battuti 6-4 ai rigori dal Bayern, tempi regolamentari conclusi sull'1-1: Kroos ha risposto alla rete dello svedese. Giallorossi ko col Psg nel triangolare di Innsbruck, poi battono 1-0 il Wacker. I bianconeri vincono 1-0

NEWS - Tutto sullo scandalo scommesse

FOTODa Gullit a Ibra, i gioielli del Milan berlusconiano - Chi parte, chi arriva, chi va: le trattative del mercato estivo

Il Milan cede 6-4 dopo ai calci di rigore in amichevole a Monaco di Baviera contro il Bayern nella semifinale dell'Audi Cup. C'è un evidente differenza di preparazione tra le due squadre visto che il Bayern è alla sua settima amichevole, ma il Milan ha un bene rifugio chiamato Ibrahimovic e allora, non avendo le gambe per costruire gioco, si affida al lancio lungo per lo svedese che basta e avanza per spaventare i difensori tedeschi. Lo schema funziona a inizio gara e al 4' l'attaccante rossonero batte Neuer portando in vantaggio il Milan. Dopo qualche tentativo sfortunato, i padroni di casa arrivano comunque al meritato pareggio grazie a un bel sinistro da fuori area di Kroos al 34'. Si va ai rigori dove risulta decisivo l'errore di Paloschi.

Il Bayern, decisamente più avanti nella preparazione rispetto al Milan, è parso decisamente più tonico ed è andato più volte vicino alla rete della vittoria nei tempi regolamentari. Ma alla fine i bavaresi ottengono una vittoria che sarebbe stata assolutamente generosa per il Milan e Massimiliano Allegri è il primo ad ammettere a fine partita che "bisogna migliorare ancora molto", anche perchè la Supercoppa contro l'Inter si avvicina.

Triangolare Innsbruck -
Il Paris Saint-Germain si è aggiudicato il triangolare di Innsbruck superando per 1-0 nel primo incontro (da 45' minuti) i padroni di casa del Wacker, e nel secondo la Roma con un netto 3-0. I giallorossi, nel match conclusivo della manifestazione, hanno quindi sconfitto gli austriaci per 1-0. La formazione di Luis Enrique, apparsa indietro sul piano della preparazione nella gara giocata contro i francesi, non ha convinto soprattutto in difesa. Il reparto arretrato, privo di Juan e Heinze, Juan si è infatti fatto sorprendere dopo nemmeno due minuti dal colpo di testa di Hoarau che non ha lasciato scampo a Curci. Il raddoppio e il definitivo 3-0 del Psg del grande ex Menez sono invece arrivati in rapida successione alla mezz'ora di gioco con Gameiro e ancora Hoarau.
Nell'incontro conclusivo del triangolare, la Roma non ha invece trovato particolari problemi e ha superato per 1-0 i padroni di casa del Wacker Innsbruck. A decidere il match il giovane Caprari su bel lancio in profondità di Pizarro. Da segnalare che il tecnico asturiano Luis Enrique ha preferito non rischiare gli ultimi acquisti Heinze e Bojan che sono rimasti a guardare i compagni in entrambe le partite.

La Juve in campo a New York - La Juventus ha battuto 1-0 la squadra messicana del Club America in una amichevole disputata a New York. La rete dei bianconeri è stata realizzata nel finale di primo tempo da Pasquato, dopo una sospensione di circa mezz'ora a causa del maltempo. Antonio Conte ha cambiato squadra rispetto a quella messa in campo a Toronto contro lo Sporting Lisbona. Il tecnico ha inserito Bonucci e De Ceglie dal primo minuto, spostando Marchisio al centro al fianco di Pirlo e affiancando Matri, come partner d'attacco, a capitan Del Piero. La squadra èapparsa più vivace rispetto alla precedente amichevole e la coppia Marchisio-Pirlo si è mostrata efficace come filtro e anche nell'impostazione. La rete, al 41' pt, ha suggellato una buona prestazione: Licthsteiner ha crossato da destra, il portiere ha allontanato ma la palla è finita a Pasquato che ha infilato sotto l'incrocio. Ad inizio ripresa Conte non ha effettuato cambi, che sono venute al 28': Chiellini, De Ceglie, Pirlo, Del Piero, Matri e Krasic sono stati sostituiti da Barzagli, Ziegler, Pazienza, Quagliarella, Toni e Immobile. I bianconeri hanno sempre tenuto il pallino del gioco e alla fine tantissimi tifosi bianconeri in festa si sono uniti in un solo coro: "Let's go Juve!".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky