Caricamento in corso...
06 agosto 2011

Da Kennedy a Belgrano, Sabella si presenta all'Argentina

print-icon
sab

Alejandro Sabella presentato alla stampa come nuovo ct dell'Argentina

Il neo ct della Selecciòn si è rivolto alla stampa con le parole utilizzate dall'ex presidente degli Stati Uniti JFK e dal padre della patria Manuel Belgrano: "Lui ha dato tutto, è morto povero: bisogna porre il bene comune al di sopra dell'individuo"

RIVIVI LO SPECIALE COPA AMERICA

Alejandro Sabella si presenta. Il novo ct della nazionale ha sorpreso tutti citando nel suo discorso di esordio il padre della patria, Manuel Belgrano, e persino il presidente degli Stati Uniti, John Fitzgerald Kennedy. Il successore di Sergio Batista, silurato per la brutta avventura nella Copa America, Sabella ha riproposto una frase di Kennedy pronunciata al momento della sua elezione a presidente nel 1960: "Non chiedete cosa gli Stati Uniti possono fare per voi ma cosa potete fare voi per gli Stati Uniti" per esigere da sé e dai giocatori "un sentimento comune nei confronti della maglia e i suoi colori, con umiltà".

Ha citato poi Belgrano, creatore della bandiera argentina, "come l'esempio da seguire. Lui ha dato tutto per la patria, ha lasciato tutto il denaro, è morto povero: bisogna porre il bene comune al di sopra dell'individuo". Secondo la stampa argentina, Sabella contratterà come collaboratori il massimo goleador della nazionale, Gabriel Batistuta, e il difensore Roberto Ayala. Il nuovo allenatore argentino viene dall'Estudiante de la Plata con il quale è stato campione della Copa Libertadores nel 2009. La prossima settimana sarà in Europa per parlare fra gli altri con Lionel Messi, Gonzalo Higuain e Sergio Aguero.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky