Caricamento in corso...
16 agosto 2011

Nigeria, la polizia alla ricerca del padre di Obi Mikel

print-icon
joh

Secondo le autorità locali si tratterebbe di un rapimento "frutto di qualche scheggia impazzita alla ricerca del colpo della vita". L'appello del giocatore del Chelsea: "Chiunque ha preso papà mi contatti e lo lasci andare"

La polizia nigeriana indaga per arrivare al più presto alla liberazione del padre di John Obi Mikel, 24 anni, giocatore del Chelsea. Contrariamente a quanto si dice di solito, le forze dell'ordine locali "non stanno indagando a 360 gradi" ma si muovono, secondo fonti del posto consultate dall'AGI, "in ambienti ben circoscritti intorno alla comunità e agli ambienti vicini al signor Obi". In effetti la zona di Plateau, di rara e struggente bellezza paesaggistica, non è di certo famosa per i sequestri, al contrario delle regioni meridionali del Delta del Niger. Il capoluogo Jos, una volta centro turistico di punta dell'elite nigeriana e della comunità occidentale nel Paese, è ormai famoso soprattutto per i periodici massacri di matrice etnica e poi religiosa che negli ultimi dieci anni hanno causato migliaia e migliaia di morti. L'ultimo episodio è avvenuto proprio il giorno di ferragosto nella periferia di Jos: 10 morti secondo il bilancio delle autorità locali (di solito rivisto al ribasso, ndr.).

Il rapimento del padre di Mikel, ragiona dunque la polizia nigeriana, non può essere avvenuto nel circuito della criminalità organizzata specializzata in rapimenti: è piuttosto "il frutto di qualche scheggia impazzita alla ricerca del colpo della vita". Sta di fatto, come ha detto Mikel in un messaggio televisivo, che "fino adesso nessuno si è fatto sentire, niente telefonate: chiunque ha preso papà mi contatti e lo lasci andare, è un uomo anziano, non ha mai fatto del male a nessuno". C'è un precedente che potrebbe dare un po' di fiducia in più: nel 2008 a Port Harcourt (Delta del Niger) fu rapito il fratello di Joseph Yobo, difensore nigeriano dell'Everton (serie A inglese). Fu liberato dopo una decina di giorni.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky