Caricamento in corso...
17 agosto 2011

Barça-Real: la sfida continua, con il ritorno di Supercoppa

print-icon
cla

Un'azione della partita di andata di Supercoppa, finita 2-2 (Foto Getty)

Questa sera al Camp Nou va in scena ancora il "Superclasico" di Spagna, con il Barcellona a vestire i panni della favorita dopo il pareggio per 2-2 di domenica scorsa al Santiago Bernabeu. E i catalani potrebbero schierare il neo acquisto Fabregas

FOTO: Fabregas e il Barça, era destino... - Real Madrid-Barcellona, la partita che divide la Spagna

E' ancora 'Superclasico' in Spagna: questa sera al Camp Nou va in scena il ritorno di Supercoppa, con il Barcellona a vestire i panni della favorita dopo il pareggio per 2-2 di domenica scorsa al Santiago Bernabeu. E contro il Real i catalani potrebbero schierare il neo acquisto Cesc Fabregas. Il primo trofeo della stagione 2011/12 si apre dunque con una supersfida e con la formazione allenata da Pep Guardiola che vuole ricominciare laddove aveva finito, e cioè vincendo.

La gara di andata ha però messo in mostra un buon Real con la formazione allenata da Josè Mourinho apparsa in miglior condizione fisica rispetto ai blaugrana. "Se giochiamo come domenica, il trofeo lo vinciamo noi" le parole dell'assistente di Mourinho, Aitor Karanka a cui è stato affidato il compito di parlare con i giornalisti nella conferenza stampa della vigilia. Si respira un certo ottimismo in casa merengues. Karanka ha poi sottolineato che "ci saranno dei cambiamenti, ma l'undici che scenderà in campo non lo sveleremo ora". L'assistente di Mourinho ha poi preso le difese di Pepe, protagonista di un brutto fallo nell'andata su Dani Alves: "Lo conosciamo, ha molta classe e vive molto intensamente le partite - ha detto Karanka - per noi è importante avere giocatori di carattere". Il Real - che si è allenato nel tardo pomeriggio nel centro di  Valdebebas e partirà alla volta di Barcellona alle 22 di questa sera - cambierà poco, sotto il profilo tattico, rispetto a domenica. Dall'allenamento di questo pomeriggio si è capito che Sami Khedira, Coentrao, Di Maria, Callejon sono in lizza per due maglie. Durante l'allenamento Mourinho ha diviso la squadra in due gruppi: da una parte i giocatori sicuri di un posto dal primo minuto, e cioè Casillas, Sergio Ramos, Pepe, Carvalho, Marcelo, Xabi Alonso, Christian Ozil; nell'altra il resto della squadra, tranne gli infortunati Sahin, Granero e Altintop.

Tra i catalani c'è molta attesa per il possibile esordio di Fabregas, tornato a Barcellona dopo otto stagioni all'Arsenal, con 303 presenze e 57 gol. Durante la presentazione, il centrocampista spagnolo ha definito il suo ritorno a Barcellona come "un sogno che si avvera". Le possibilità che Fabregas sia della partita non mancano. La conferma arriva direttamente da Guardiola che nel corso della conferenza stampa della vigilia ha annunciato che "Cesc farà parte dei convocati". Se in casa Real regna l'ottimismo, Guardiola invece è molto cauto alla vigilia. Il tecnico catalano sottolinea che il Real "all'andata stava sicuramente meglio di noi ma ogni partita ha una sua storia. Se la partita di ritorno si fosse giocata dopo due settimane sarebbe stato un altro discorso. Dobbiamo giocare meglio di quanto abbiamo fatto al Bernabeu se vogliamo alzare la Supercoppa". Guardiola si è detto preoccupato di tutto il Real. "Mi preoccupavano lo scorso anno, mi preoccupano ora e mi preoccupano anche le difficoltà che abbiamo e che dobbiamo superare. Dobbiamo stare bene per vincere il titolo".

Chi vincerà la supercoppa spagnola? Fai il tuo pronostico sul forum

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky