Caricamento in corso...
21 agosto 2011

In campo con i tuoi idoli: da oggi si può, a 25 euro

print-icon
siv

I giocatori del Siviglia impegnati nel preliminare di Europa League

E' la trovata di una società spagnola, che vende spazi microscopici all'interno dei numeri di maglia dei giocatori dove pubblicare la propria foto: per i club sarebbe un bel business, MotoGp e F1 i prossimi mercati. E la FA Cup è sbarcata su Facebook

di Matteo Veronese

Tifosi vicini ai propri idoli sportivi, pallonari e non, a ogni costo. E se poi il costo è di 25 euro, meglio ancora. E' la trovata della spagnola Playing2, che in accordo con le società vende la possibilità di scendere in campo con i giocatori della propria maglia del cuore. Anzi, sulla propria maglia del cuore. Spieghiamo: sul sito viene chiesto di scegliere il proprio team preferito (per ora si tratta di club spagnoli anche di prima fascia, come Valencia, Villarreal, Siviglia, Atletico Madrid e dei campioni di Portogallo ed Europa League del Porto), il giocatore per cui si stravede e di caricare una propria foto, che verrà poi stampata a dimensione 2 millimetri per 2 e inserita nel numero di maglia del prescelto. L'effetto "puntinismo" andrà a comporre il numero, la propria foto sarà quasi invisibile, ma circa 4000 fortunati saranno lì, sulle spalle del proprio campione, in campo con lui.

Un sogno per i fan, un business già fiutato da molti club e che minaccia di avere successo, forse anche in Italia: la spesa per il singolo tifoso è irrisoria, e vale per una stagione intera. Ogni cifra può contenere circa 2000 foto, il che significa che ad esempio la neopromossa Novara, qualora decidesse di seguire questo trend, guadagnerebbe quasi 3 milioni di euro dalla cessione di tutti gli spazi su tutti i numeri di maglia. Un bell'introito, considerati i tempi che corrono, in cui perfino il Barcellona stellare è costretto a "sporcare" con uno sponsor la maglia blaugrana dopo 112 anni, come l'Athletic Bilbao pochi anni fa, e calciatori e società cedono alle lusinghe di club multimilionari ma sportivamente fuori dal mondo.

Per tutti i gusti - Non è solo il calcio però a dover fare i conti con la crisi, e allora il sito della società spagnola consente già di personalizzare anche le carene di alcuni team della MotoGp e della Formula1, e presto potrebbe toccare anche al basket. Nel tennis qualcosa di simile l'ha già pensata la Head, che fornisce le racchette tra gli altri al numero 1 del mondo Novak Djokovic, con Andy Murray. Sfruttando la passione di "Muzza" per i social network, poco prima di Wimbledon veniva consigliato ai fan dello scozzese (con uno spot molto divertente) di cliccare sul bottone "Mi piace" della pagina facebook ufficiale per avere la possibilità di mandargli il proprio in bocca al lupo per il prestigioso torneo londinese. I più divertenti sarebbero stati premiati e sarebbero scesi sul campo centrale con Murray. Detto, fatto: Andy si è presentato con il suo bel borsone su cui erano ricamate decine di frasi, firmate, raccolte sulla propria fan page. Il tutto, ovviamente, gratis, ma l'idea di Playing2, nata per "sviluppare e consolidare il legame tra gli sportivi e i loro ammiratori", potrebbe presto stuzzicare anche i grandi marchi che forniscono abbigliamento e strumenti agli sportivi.

Facebook inverte la tendenza - Proprio sul social network più famoso del mondo si è provato ad invertire la tendenza, offrendo la visione gratuita di un match di FA Cup tra Ascot e Wembley. Lo sponsor della competizione inglese ha permesso, attraverso una speciale applicazione, a tutti coloro che si sono connessi alla pagina ufficiale, di godersi la partita direttamente sullo schermo del pc: una buona notizia se siete tra i 700 milioni di utenti di Facebook e non tra i 1.150 spettatori allo stadio dell'Ascot United.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky