Caricamento in corso...
06 settembre 2011

E Mourinho ricomincia da tre: rinuncia al ricorso al Tas

print-icon
mou

José Mourinho ha deciso di non ricorrere al Tas (Getty)

Lo "Special One" ha deciso di non ricorrere al tribunale di Losanna per la squalifica inflittagli dopo la conferenza stampa polemica a margine della semifinale di Champions contro il Barça. La sanzione, inizialmente, era di quattro giornate, poi ridotte

NEWS: Ridotta la squalifica allo "Special One"

FOTO: Sfoglia l'Album Mou: una vita da Special One - La fotosequenza dell'aggressione di Mou a Vilanova - Mou espulso al Bernabeu a pollici alzati

José Mourinho non andrà al Tas. Il portoghese ha deciso di non ricorrere al Tribunale arbitrario dello sport per la squalifica inflittali dopo le polemiche seguite alla semifinale di Champions League persa dal suo Real Madrid contro il Barcellona. Lo “Special One” sconterà tre turni di stop e non quattro, come inizialmente stabilito dalla Commissione d’Appello dell’Uefa. E tanto è bastato all’ex allenatore dell'Inter per dirsi soddisfatto e rinunciare al ricorso al tribunale di Losanna.

I suoi “Porque? Porque?” nella conferenza stampa dopo Real Madrid-Barcellona dello scorso 3 maggio divennero subito famosi: in Spagna e non solo. In pochi giorni il ritornello divenne un tormentone. Ma il Muo-polemico verso gli arbitri per presunti favoritismi nei confronti del Barca non andò giù all’Uefa. Che squalificò l’allenatore dei blancos. La pena inflitta era di quattro turni di stop. Poi, lo scorso 29 luglio, la sanzione è passata a tre giornate. Mou ha accettato il verdetto, ha rinunciato ad andare avanti con i ricorsi e ha mostrato soddisfazione. Tanto che il 27 agosto ha dichiarato al quotidiano El Mundo che “la riduzione della sanzione significa tanto: per me e per il mondo del calcio”.

Mourinho guarderà il  Real Madrid dalla tribuna. Il suo ritorno in panchina in è previsto per il prossimo 18 ottobre, quando al Santiago Bernabeu arriverà il Lione.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky