Caricamento in corso...
06 ottobre 2011

Boca-River, la passione per il "Superclasico" ora è un film

print-icon
spo

Il "Superclasico", derby argentino tra Boca Juniors e River Plate, è diventato un film (Foto Getty, maggio 2011)

Nel primo anno senza la sfida più attesa del campionato argentino, causa la retrocessione in B del River Plate, il regista danese Madsen è candidato all'Oscar con una divertente commedia incentrata sul derby di Buenos Aires. VIDEO

di Emiliano Guanella
da Buenos Aires


Nel primo anno senza il Superclassico del calcio argentino, uno dei derby piú attesi al mondo approda al cinema, nella lontana Danimarca e punta addirittura ai premi Oscar. Si tratta, appunto, di "Superclasico", il nuovo film del regista danese Ole Christian Madsen, candidato per il suo paese a concorrere per l'ambita statuetta, girato in gran parte a Buenos Aires a metá dell'anno scorso (guarda il trailer).

La storia di questa commedia che si preannuncia assai divertente gira intorno a Christian, un profesionista cinquantenne che lascia Copenaghen alla volta dell'Argentina per cercare di convincere la moglie Anna di tornare con lui. Christian parte con il figlio adolescente al seguito e non ha la minima idea di cosa andrà incontro. Anna, che di professione fa la manager di giocatori, si è innamorata perdutamente di Juan Diaz centrocampista stella del Boca Juniors che sta vivendo un momento di auge della sua carriera. Nonostante la differenza d'età, Anna ha vent’anni più di lui, i due vivono una passione stravolgente.

Dalla sorpresa iniziale, Christian decide di reagire e si prefigge di entrare nel mondo della passione boquense per cercare di recuperare sua moglie. Scena clou della pellicola, il gol di Juan Diaz contro il River Plate, sequenza filmata durante l'intervallo dell'ultimo Superclasico giocato alla Bombonera, vinto per due a zero dai xeneizes con doppietta del cileno Medel. Per il produttore Lars Breto Rahmer il film è centrato sulle passioni autentiche per il calcio, per il divertimento, per il vino, per la buona vita, che coinvolgono nel suo complicato iter amoroso il freddo Christian assieme al figlio. Per i tifosi del Boca Juniors il lungometraggio è un motivo in più di soddisfazione in un'annata che si prennauncia davvero storica.

La loro squadra, grazie ad un redivivo Juan Ramon Riquelme tornato ai fasti di un tempo è prima in classifica mentre il River Plate, per la prima volta nella sua storia, affronta i duri campi della Serie B. Per ora i millionarios sono in testa, ma il purgatorio è duro da digerire e con esso i mille sfottò degli odiati cugini. Ad interpretare il calciatore Juan Diaz è Sebastian Estevanez, attore argentino con fama da belloccio, che si dice appassionato di calcio e soprattutto, del Boca Juniors. Non è la prima volta che il cinema danese si tinge di gialloblù. L'anno scorso è stato presentato "Footbal is God",  documentario girato interamente intorno ai fanatici xeneizes, la tifoseria che si è autoproclamata da tempo come la metà calcistico più uno dell’Argentina. E che ora si prepara anche per la corsa per l’Oscar.

 

Guarda anche:
Caro Diego, ti ho inseguito 10 anni e ti dedico questo libro
Attenzione, portano via il campo. Ecco l'erba che si smonta
Maradona, nozze d'argento per il gol del secolo

Commenta l'articolo nel Forum del Calcio Internazionale

 

 

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky