Caricamento in corso...
07 ottobre 2011

Barça, Guardiola: "Ogni giorno penso che potrei andar via"

print-icon
pep

Pep Guardiola è l'allenatore del Barcellona (Foto Getty)

L'allenatore più vincente, ammirato e invidiato degli ultimi anni, non sembra essere un uomo appagato e sereno. Ad ammetterlo è proprio lui: "I contratti lunghi mi danno angoscia". E sul mondo del calcio: "E' un gioco, ormai l'abbiamo rovinato"

NEWS: L'invidia secondo Ronaldo: "Fischiato perché bello e ricco" - Fioccano insulti, Ronaldo risponde: dito medio a tifosi

FOTO: Real, ma come ti vesti? In rosso... - Sfoglia l'Album Mou: una vita da Special One - La fotosequenza dell'aggressione di Mou a Vilanova - Mou espulso al Bernabeu a pollici alzati

Pep Guardiola, l'allenatore più vincente, ammirato e invidiato degli ultimi anni, non è un uomo appagato e sereno. Lo ammette lui stesso in una chiacchierata fatta per una campagna pubblicitaria e il cui contenuto è stato anticipato dal Marca.com. "Non passa giorno senza che pensi che domani potrei andarmene - afferma il tecnico del Barcellona - I contratti lunghi mi danno angoscia, preferisco avere la libertà di poter decidere il mio futuro".

Le società che pensano di poter ambire ai servigi di Guardiola possono quindi contare sulla sua 'irrequietezza', anche se nulla nell'intervista lascia presagire una volontà di lasciar la panchina blaugrana. Il tecnico parla anche del suo lavoro ("Preparare una partita è una delle cose più meravigliose del mio lavoro, come pensare come andrà. Il rapporto con i giocatori è importante, vanno trattati tutti in modo diverso per trarre il meglio da ciascuno") e fa considerazioni in parte amare sul suo mondo: "Il calcio è un gioco, e lo abbiamo ormai rovinato, ormai è un business, ma dà da vivere a molte persone. I giocatori però hanno una vera passione e non lo fanno solo per i soldi, come tanti dicono". E per spiegarlo aggiunge: "Vedo i miei calciatori. Se non giocassero al Bernabeu  continuerebbero a farlo con i loro amici al parco. Se in allenamento allungo un pallone diventano come matti, si buttano come cani sull'osso". 

Berlusconi: "Milan più forte del Barça. Vincerà tutto"
Guardiola: la cosa più normale? Non vincere niente col Barça

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky