Caricamento in corso...
21 ottobre 2011

Tunisia al voto, parecchi i candidati dal mondo del calcio

print-icon
ex_

Tra i candidati in lizza per un seggio all'Assemblea costituente c'è anche l'ex Ct della nazionale tunisina Faouzi Benzarti (foto getty)

Domenica di elezioni. L'ex ct della nazionale tunisina Faouzi Benzarti, il difensore dell'Etoile du Sahel Saber Ben Frej, l'ex portiere El Ouaer: sono tanti gli sportivi che si sono lanciati nell'arena politica dopo la caduta di Zine al-Abidine Ben Ali

Atleti, attori, artisti e registi. Dalla caduta di Zine al-Abidine Ben Ali, in Tunisia nell'arena politica sono scesi sportivi e intellettuali. Qualcuno è arrivato alla guida di liste di candidati che si presentano per le elezioni di domenica. E' il caso, tra gli altri, di Chokri El Ouaer, l'ex portiere della nazionale tunisina che guida quella della Libera unione patriottica e vanta cinque presenze nel campionato italiano con la maglia del Genoa quando nel 2001 venne chiamato a difendere i pali della formazione rossoblu. Ma anche della regista Salma Baccar, in testa alla lista del Polo democratico modernista.
El Ouaer, che dalle porte dei campi di calcio ha deciso di passare alla politica, a settembre ha spiegato di aver scelto di entrare nelle liste della Libera unione patriottica per ammirazione nei confronti del fondatore, Slim Riahi, e perché condivide i principi della formazione politica. A Ettounissia, El Ouaer ha ammesso di voler portare "nuova linfa" nell'arena politica, dopo anni in cui gli atleti sono stati costretti al silenzio. Così ora è alla guida della lista della Libera corrente patriottica nella prima circoscrizione elettorale di Tunisi. Non solo El Ouaer.

Tante sono le star del calcio che si sono lanciate nell'avventura politica della "nuova" Tunisia. Tra i candidati in lizza per un seggio all'Assemblea costituente ci sono anche l'ex Ct della nazionale tunisina Faouzi Benzarti, e il difensore dell'Etoile du Sahel, Saber Ben Frej. Benzarti si presenta come indipendente. "In sistemi democratici, gli sportivi devono avere un ruolo attivo nel definire il futuro del Paese e nella difesa di democrazia e libertà", ha detto l'ex Ct in un'intervista di settembre a Magharebia.

A Tunisia Live, invece, la Baccar, famosa tra l'altro per la pellicola 'Fatma 75' sulla condizione della donna tunisina, ha spiegato le ragioni della sua scelta di calarsi nell'arena politica, con il sogno di entrare nell'Assemblea costituente. "Lo scorso marzo, io e altri artisti abbiamo suggerito ai partiti modernisti di allearsi in coalizioni per confrontarsi con le forze retrograde - ha detto - Ettajdid (uno dei partiti del Polo democratico modernista, ndr) ha accolto la nostra proposta".
E quella di guidare una lista, ha assicurato la regista, non era il suo sogno. "Questa responsabilità, quando ho ricevuto la proposta, all'inizio mi spaventava. E' una responsabilità da cittadina e da artista. E' un compito difficile - ha affermato - dal momento che parlo non solo per me, ma a nome di un gruppo".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky