Caricamento in corso...
04 novembre 2011

Ibra, non solo insulti a Guardiola: voleva picchiarlo?

print-icon
spo

Zlatan Ibrahimovic, ai tempi del Barcellona, sostituito dal tecnico Guardiola durante il match contro il Getafe del 6 febbraio 2010 (Foto archivio Getty)

L'autobiografia dello svedese ha svelato le "parole grosse" volate tra giocatore e tecnico ai tempi del Barça. Ora Carles Vilarrubì, vicepresidente per l'area istituzionale blaugrana, ha rivelato un nuovo e più pesante retroscena: "Se resto lo meno..."

FOTO: Una vita da Cassano: tutto l'Album di FantAntonio - "Forza Antonio!": quanto amore per FantAntonio sul web - Campioni malati: gli sportivi che non mollano mai - Lapo al Policlinico per FantAntonio - Terzo giorno di visite per Cassano - Quei campioni con il cuore matto

NEWS: Galliani: ti aspettiamo, in 4-6 mesi Cassano tornerà - Ecco come sarà l'intervento al cuore di Cassano

Manda il tuo messaggio a Cassano

Non solo insulti ma anche minacce. Zlatan Ibrahimovic ha raccontato nella sua autobiografia del difficile rapporto con Pep Guardiola e delle parole grosse volate tra lui e il tecnico durante la sua stagione in blaugrana. Ma lo svedese non si sarebbe limitato agli insulti. Carles Vilarrubì, vicepresidente per l'area istituzionale del Barcellona, ha rivelato ai microfoni dell'emittente RAC1 che Ibra, in compagnia del suo agente Mino Raiola, al presidente Rosell dicendosi pronto a picchiare Guardiola davanti ai giornalisti se si fossero rifiutati di cederlo. "Se resto al Barca, aspetterò che ci sia la stampa e picchierò Guardiola davanti a tutti", la minaccia di Ibra rivelata da Vilarrubì, secondo il quale lo stesso Raiola avrebbe aggiunto: "lo farà, lo farà".

Guarda anche:
Ibra avvelenato con Pep Guardiola: "Ma vattene affan..."

Commenta nel Forum del Milan e del calcio internazionale

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky