Caricamento in corso...
07 novembre 2011

Blackburn, si vola: quando la contestazione arriva dal cielo

print-icon
01_

Lo striscione di protesta comparso sabato nel cielo di Blackburn (Getty)

Il club inglese, penultimo in Premier, ha vietato ai tifosi (che chiedono l'esonero del tecnico Kean) di esporre striscioni di protesta all'interno dello stadio. Così i supporter dei Rovers hanno noleggiato un aereo aggirando il divieto... LE FOTO

STATISTICHE: Tutti i numeri della Premier League 2011-12

di LORENZO LONGHI

Non esistono problemi, solo opportunità. Devono averlo pensato i tifosi del Blackburn Rovers, che da settimane contestano il manager Steve Kean, quando la società - per evitare la contestazione nella sfida di sabato contro il Chelsea - ha vietato loro di esporre striscioni a Eawood Park. Le immagini televisive, altrimenti, avrebbero indugiato sui banner soffiando sul fuoco del malcontento: questo aspetto, ai capi del club, proprio non andava giù.

I tifosi dei Riversiders, però, non si sono persi d'animo e, dal momento che le proteste non si possono certo bloccare con i divieti, hanno appunto aggirato il diktat con arguzia. Numerosi fogli in formato A4, ok, qualche cartoncino plastificato, certo, ma soprattutto il colpo di genio: non si possono esporre striscioni all'interno dello stadio? Bene, allora facciamoli... volare. Così, durante la partita, sullo stadio ecco comparire un aereo trascinante un lungo striscione con la scritta "Steve Kean Out", ovvero "Steve Kean vattene". Come accade per i messaggi pubblicitari sulle spiagge di mezzo mondo, i sostenitori del Blackburn hanno noleggiato il velivolo e composto il banner con lettere nere su sfondo trasparente. Lo hanno visto tutti e se ne sono accorte anche le telecamere.

Il divieto di contestazione dei Rovers si è perciò rivelato un clamoroso own-goal, un autogol. Alla faccia dei divieti e di chi tenta di azzittire le proteste. Obiettivo raggiunto: standing ovation.

Come aggirare i divieti di contestazione. Discutine nel forum di calcio internazionale

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky