29 novembre 2011

Grozny, Kadyrov porta via il pallone: "Lascio il Terek"

print-icon
ram

Il presidente del Terek Grozny, il leader ceceno Kadyrov, lascerà il club (Getty)

Il leader ceceno, padre padrone della squadra della capitale, ha annunciato la sua intenzione di abbandonare la presidenza del club. I pessimi risultati, nonostante il denaro speso, hanno avuto ripercussioni negative sul suo consenso politico

FOCUS: Corsa all'oro russo: i nuovi ricchi sconvolgono il mercato

Sembrava appassionarlo più della politica, eppure il leader ceceno Ramzan Kadyrov ha preferito lasciare il calcio per dedicarsi agli impegni istituzionali, dimettendosi da presidente del club del Terek Grozny. "La squadra", ha spiegato Kadyrov sul suo sito ufficiale, citato dall'aenzia di stampa statale russa Ria-Novosti, "richiede grande attenzioni e impegno quotidiano, così ho deciso di rinunciare alla mia carica di presidente. Lo faccio solo per il mio pesante carico di lavoro", ha aggiunto. Nonostante un'onerosa campagna acquisti che aveva portato a Grozny come allenatore Ruud Gullit, leggenda del calcio olandese, la squadra cecena non ha ottenuto i risultati sperati. L'ex Pallone d'Oro è stato così licenziato e ora lascia anche Kadyrov, probabilmente prima che le pessime performance del club si ripercuotano sui suoi consensi. Accusato di violazioni dei diritti umani e di aver costruito su di sé un ossessivo culto della personalità, con l'appoggio russo Kadyrov è diventato presidente della Repubblica caucasica nel 2004, dopo che il padre Akhamd Kadyrov fu ucciso in un attentato, proprio nel vecchio stadio del Terek.

Kadyrov, Spalletti, Eto'o: è la Russia l'Eldorado del calcio? Discutine nei nostri forum

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky