29 novembre 2011

Trapattoni no limits: rinnova con l'Irlanda sino al 2014

print-icon
gio

Giovanni Trapattoni abbraccia Robbie Keane: il sodalizio continiuerà per altri due anni almeno... (Getty)

Il più famoso dei tecnici italiani ha prolungato il contratto con la nazionale di Dublino per altri due anni: il Trap, così come i suoi collaboratore Tardelli e Rossi, resteranno in carica anche nelle qualificazioni a Brasile 2014

FOTO: Non solo Trap: quando il calcio è scaramantico

VIDEO: Trap prof di lingue: inglese, tedesco e portoghese non hanno segreti per lui...

Giovanni Trapattoni guiderà la nazionale dell'Irlanda anche nelle qualificazioni al Mondiale 2014. Il tecnico italiano ha sottoscritto con la federcalcio irlandese un contratto che prolunga di quasi due anni quello attuale, in scadenza dopo l'Europeo. In virtù della qualificazione a Euro 2012, miglior risultato della nazionale dell'isola di smeraldo dopo quella ai Mondiali 2002, era atteso che l'Irlanda avrebbero premiato il lavoro di Trapattoni e dei suoi collaboratori, Marco Tardelli e Fausto Rossi.

"Sono molto felice di continuare il mio lavoro con l'Irlanda - ha detto il Trap, che si recherà a  Kiev venerdì per i sorteggi di Euro 2012 in Ucraina e Polonia - perché ho sempre detto che io e Marco credevamo fortemente nel lavoro che stavamo facendo per far crescere e sviluppare la nazionale irlandese. E' un grande onore e un privilegio rappresentare la nazionale irlandese, e ci auguriamo di poter continuare questo importante lavoro".

John Delaney chief executive della Federcalcio irlandese ha affermato: "Siamo molto felici che Trapattoni e il suo staff abbiano accettato il prolungamento del contratto. Hanno fatto un lavoro fantastico con la squadra, portandoci a qualificarci ad un torneo di tale importanza dopo dieci anni, migliorando la nostra classifica mondiale e lanciando molti nuovi giocatori. L'esperienza di Giovanni, la professionalità e il raggiungimento della qualificazione ad Euro 2012, hanno impressionato tutti, compresi i giocatori e il board della federazione".

Il 72enne tecnico italiano dopo il successo nei play-off disse: "Penso che ci meritiamo un nuovo accordo. Siamo felici per la squadra.Abbiamo fatto quello che la Federazione e il popolo irlandese ci chiedeva". Trapattoni e il suo staff, viste anche le difficoltà economiche dell'Irlanda dovrebbero accettare una riduzione dell'ingaggio.

Euro 2012: dove può arrivare l'Italia del Trap? Discutine nei nostri forum

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky