Caricamento in corso...
21 gennaio 2012

Mou difende Pepe: "Non è un bugiardo, io gli credo"

print-icon
pep

Pepe si è scusato con Messi spiegando di non avergli pestato volontariamente la mano

José Mourinho torna sul brutto gesto del difensore portoghese nel Clasico di coppa del Re di mercoledì scorso e ricorda un altro episodio, avvenuto nell' andata della semifinale di Champions dello scorso anno, con protagonisti Busquets e Marcelo

STATISTICHE: La stagione 2011-2012 della Liga

FOTO:
"Pepe è un idiota". Rooney scalda il 'clasico' su Twitter

"Pepe non è un bugiardo e io gli credo. E poi l'anno scorso non ho visto nessuno dubitare di un giocatore che ha fatto commenti razzisti e che poi ha negato. Tutti gli hanno creduto, compresa la Uefa. Ora Pepe dice che il suo gesto non era intenzionale...".

José Mourinho, tecnico del Real Madrid, torna così sul brutto gesto del difensore portoghese nel Clasico di coppa del Re di mercoledì scorso e ricorda un altro episodio, avvenuto nell' andata della semifinale di Champions dello scorso anno, che aveva fatto discutere: Marcelo aveva infatti accusato il 'blaugrana' Busquets di averlo apostrofato con insulti razzisti, la Uefa aveva aperto un'inchiesta che poi si è chiusa senza sanzioni per il giocatore del Barca. Pepe, scusandosi con Leo Messi per il pestone alla mano, ha anche precisato di non averlo fatto apposta. "Lui ha detto che non era intenzionale e io gli credo. Se qualcuno di voi pensa che è un bugiardo lo dica, ma non ne facciamo una storia interminabile. Parliamo di una cosa normale", sottolinea Mourinho. Pepe è stato convocato per la sfida di domani contro l'Athletic Bilbao, ma difficilmente giocherà anche per via di un problema muscolare accusato proprio nel Clasico. "Pepe è convocato, poi vedremo", si limita a dire Mourinho.

Pepe chiede scusa a Messi. Commenta nel forum del calcio internazionale

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky