Caricamento in corso...
25 gennaio 2012

Cartellino rosso per le società europee: persi 1,6 miliardi

print-icon

I club di massima divisione delle 53 federazioni affiliate all'Uefa hanno perso quattrini nel 2010, con un netto peggioramento sul 2009, quando le perdite si erano attestate a 1,2 miliardi. Perdite ampliate nonostante un incremento degli introiti (+0,8)

I club europei di massima divisione delle 53 federazioni dell'Uefa hanno perso in tutto 1,6 miliardi di euro nel 2010, con un netto peggioramento sul 2009, quando le perdite si erano attestate a 1,2 miliardi. Il rosso si è ampliato nonostante un incremento degli introiti, passati da 12 miliardi del 2009 ai 12,8 del 2010. E' quanto risulta dal rapporto sui club presentato oggi al comitato esecutivo dell'Uefa a Nyon.

"Questo trend continua ormai da diversi anni - ha notato il segretario generale dell'Uefa Gianni Infantino - e proprio il fair-play finanziario che partirà dalla stagione 2013-2014 è più che mai indispensabile, come confermato proprio dall'ultimo esecutivo". Oltre al fair-play finanziario, l'esecutivo Uefa ha esaminato i rapporti con i club, dopo una riunione con l'European club association (Eca). Le principali discussioni riguardano le assicurazioni quando i giocatori vanno in nazionale, il calendario internazionale dal 2014 in poi e il ruolo dei club nel governo del calcio europeo. "Un accordo è vicino", ha assicurato Gianni Infantino.

L'Uefa ha poi annunciato che sarà lanciato un bando per la gestione centralizzata dei diritti tv e marketing per le qualificazioni all'Europeo 2016 e il Mondiale 2018. Inoltre, dal 2015, le gare di qualificazione dell'Europeo Under 21 verranno giocate nello stesso periodo di quelle delle nazionali maggiori. La fase finale si disputerà nuovamente gli anni pari.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky