Caricamento in corso...
08 febbraio 2012

Clamoroso, Fabio Capello si è dimesso da ct dell'Inghilterra

print-icon

La notizia arriva direttamente dalla Football Association: "Le dimissioni sono state accettate e lascerà immediatamente l'incarico". Alla base della rottura la decisione di togliere la fascia di capitano a Terry, criticata dal tecnico in tv. FOTO E VIDEO

FOTO - Sir Fabio e l'Inghilterra, fotostoria di un amore mai nato - Così la stampa inglese ha "salutato" Capello

Fabio Capello ha rassegnato le dimissioni da allenatore dell'Inghilterra dopo la decisione della Football Association di togliere a John Terry la fascia di capitano. "Le dimissioni di Fabio sono state accettate e lascerà immediatamente l'incarico di manager dell'Inghilterra", si legge in una dichiarazione della FA. "Non ho detto nulla e nulla dirò". Fabio Capello, infuriato, telefona all'ANSA per confermare le dimissioni da ct dell'Inghilterra ma chiarire che "tutto quanto" gli è stato attribuito in queste ore frenetiche "è falso".

Fabio Capello aveva incontrato oggi presidente della Football Association David Bernstein per chiarire la sua posizione riguardo alle polemiche sul caso John Terry. Al tecnico italiano era apparsa affrettato (e ingiusta) la decisione della Fa che ha degradato Terry prima ancora che la corte di Londra emettesse una sentenza definitiva, attesa solo per metà luglio. "Capello si è sempre comportato in modo estremamente professionale - le parole di Bernstein - Abbiamo accettato le dimissioni di Capello, concordando che questa è la decisione giusta. Ringraziamo Capello per il suo lavoro con la nazionale inglese e gli auguriamo ogni successo per il futuro".

"Le discussioni - aggiunge la Federcalcio inglese - si sono concentrate sulla decisione consiglio della Fa di togliere la fascia di capitano a John Terry e la presa di posizione di capello durante una intervista ad una tv italiana. L'incontro è durato oltre un'ora e le dimissioni di Capello sono state accettate ed hanno effetto immediato". Domani il presidente della Football Association David Bernstein terrà una conferenza stampa alle 12.

L'intervista di domenica scorsa nel corso della trasmissione di RaiUno "5' di recupero", porta, dunque, al divorzio tra Fabio Capello e la Football Association. Il "caso Terry" e la decisione della FA di togliere la fascia di capitano al difensore del Chelsea per i presunti insulti razzisti nei confronti di Anton Ferdinand, non era andata giù al ct italiano che ai microfoni della Rai aveva spiegato: "ritengo che ogni persona non può essere sanzionata finchè il tribunale non la giudica colpevole". Una presa di posizione che non è piaciuta alla Federcalcio inglese che oggi, sul proprio sito internet, fa sapere che dopo un incontro tra il presidente David Bernstein, il segretario generale Alex Horne e lo stesso Capello allo stadio di Wembley, il tecnico ha rassegnato le sue dimissioni.

Gli allibratori britannici puntano Harry Redknapp come successore di Fabio Capello. William Hill dà il manager del Tottenham 8 a 15 alla guida della nazionale inglese prima del primo match dei campionati europei contro la Francia. Roy Hodgson, Stuart Pearce e Jose Mourinho sono stati anche considerati tra i favoriti nel day after delle dimissioni dell'italiano. Redknapp è stato assolto oggi dall'accusa di evasione fiscale.

Capello non è più il ct dell'Inghilterra, discutine nei nostri forum

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky