Caricamento in corso...
02 marzo 2012

Ungheria, partite truccate: si suicida il ds del Reac

print-icon
kut

La notizia della tragica morte di Robert Kutasi sul sito del Reac

Robert Kutasi, 48 anni, si è tolto la vita dopo che sei calciatori della sua squadra sono stati arrestati dalla polizia la settimana scorsa nell'ambito dell'inchiesta sulle partite truccate. Combatteva da anni il fenomeno delle scommesse clandestine

Tragedia nella vicenda delle partite truccate in Ungheria: oggi si è suicidato il direttore sportivo di un club di serie B, il Reac. Robert Kutasi, 48 anni, si e' tolto la vita dopo che sei calciatori della sua squadra sono stati arrestati dalla polizia la settimana scorsa nell'ambito dell'inchiesta sulle partite truccate.

Il ds Kutasi, che svolgeva varie funzioni anche nella Federazione calcio ungherese, combatteva da anni il fenomeno delle scommesse clandestine. "I miei allievi mi hanno fregato e manipolato, rovinando la mia vita", aveva detto qualche giorno fa a un giornale sportivo. Oggi si è lanciato da una finestra di un prefabbricato alla periferia di Budapest.

La procura ungherese indaga su un giro di partite truccate fra il 2007 e il 2009, un'inchiesta connessa con quella sulle scommesse clandestine in corso in Italia. In totale sono state arrestate in Ungheria 19 persone fra giocatori e allenatori. Gli indagati ricevevano dai 1.000 ai 2.500 euro per una partita il cui risultato veniva truccato.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky