Caricamento in corso...
21 marzo 2012

Messi da leggenda, miglior bomber della storia del Barça

print-icon
mes

Sul tabellone del Camp Nou il confronto tra i migliori marcatori della storia del Barça Cesar Rodriguez e Leo Messi

Con la tripletta rifilata al Granada l'argentino è diventato il più prolifico marcatore della storia blaugrana. Ha raggiunto quota 234 gol superando di due reti Cesar Rodriguez campione degli anni '40 e '50. Guardiola: "E' il Jordan del calcio"

Tutte le statistiche della Liga

Lionel Messi meglio di Cesar Rodriguez: capocannoniere del Barcellona di sempre. Con le tre reti segnate nella partita contro il Granada, Messi ha prima eguagliato e poi battuto il record in maglia blaugrana che apparteneva al giocatore degli anni quaranta e cinquanta, raggiungendo quota 234. Ma mentre Cesar Rodriguez i suoi 232 gol li ha segnati in 354 partite ufficiali, Messi (24 anni) lo ha superato alla sua 314.a presenza. L'argentino ha realizzato il 2-0 al 17' con un rasoterra su cross di Quenca, doppiando la rete segnata da Xavi al 4'.

Nella ripresa la reazione del Granada, a segno in otto minuti con Mainz e Siqueira (su rigore). Sul 2-2 il Barcellona ha ripreso a macinare gioco e Messi ha regnato ancora al 22', imitato al 37' da Tello. L'insaziabile argentino ha poi firmato la sua tripletta che ha portato l'incontro sul 5-2. Ultimo acuto di Siqueira, ancora su rigore, per il 5-3 finale.

Con questa tripletta Messi ha raggiunto quota 54 marcature stagionali, 33 delle quali nella Liga (in 28 partite) e 12 in Champions. Nell'altro anticipo della 29.a giornata Osasuna e Getafe hanno pareggiato 0-0.

Il Jordan del pallone - Il vero problema è che nessuno trova più aggettivi o definizioni appropriate per descrivere il genio e la classe di Lionel Messi. Il giorno dopo la sua tripletta al Granada che gli ha permesso di diventare il miglior bomber nella storia del Barcellona, non un club qualunque, ad appena 24 anni, la stampa mondiale è ai suoi piedi. Lo celebrano tutti, dai giornali madrileni ("No hay nadie como Messi", scrive "Marca") a quelli catalani ("la leyenda en activo" per il "Mundo Deportivo"), passando per quelli inglesi ("simply the best") che celebrano i 234 gol della "Pulce" (negli anni '50 Cesar si fermò a 232), per arrivare all'argentino "Clarin" che rende omaggio al suo campione inserendo sul sito le 234 perle del fuoriclasse dell'Albiceleste.

Il riconoscimento più bello, vista la forte rivalità, arriva dal Brasile e in particolare dal sito "globoesporte" che scrive che Messi è "semplicemente il migliore" definendolo "genio".

Si è sforzato di trovare nuovi argomenti anche Pep Guardiola, "condannato" in ogni dopo-partita a commentare le prodezze del suo fuoriclasse. "Messi non fa gol, ma 'golazos' - dice il tecnico del Barça -. Siamo assolutamente davanti al migliore e lo dimostra scendendo in campo ogni tre giorni". "Leo è nella storia del calcio - ha proseguito Guardiola - regala emozioni in ogni gara. Ha superato l'eccezionale record di Cesar ad appena 24 anni e se resterà ancora a lungo al Barcellona, farà talmente tanti gol che diventerà insuperabile per tutti".

Poi la definizione più bella: "Michael Jordan dominava nel suo sport, nel basket, e Messi domina nel suo, Lionel è il Michael Jordan del calcio. Ho visto pochi atleti padroni del proprio sport come lo è Leo". Secondo Guardiola il grande merito, il vero segreto di Messi è nella sua mentalità. "E' la prima cosa che conta, ha un'enorme qualità ovviamente, ma la sua vera forza è nella testa. E' il migliore perché nei momenti più difficili i suoi compagni sanno che lui non si tirerà mai indietro".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky