Caricamento in corso...
18 aprile 2012

Ronaldinho, il fratello in carcere: cinque anni

print-icon
728

Roberto De Assis ha comininciato ad assistere come procuratore dopo la fine della sua carriera calcistica nel 2012 (Getty)

Roberto de Assis, procuratore dell'ex giocatore del Milan ora in forza al Flamengo, è stato condannato dal Tribunale di Porto Alegre. Per lui accuse di riciclaggio e altri reati fiscali

Cinque anni di carcere. E' la condanna che il Tribunale federale di Porto Alegre ha comminato a Roberto de Assis Moreira, fratello e procuratore dell’ex giocatore del Milan Ronaldinho. Il fratello del trequartista, ora in forza al Flamengo, è stato dichiarato colpevole dalla corte per riciclaggio di denaro e per altri reati di natura fiscale.

Roberto de Assis, che prima di lavorare come procuratore aveva giocato nel Sion, nello Sporting Lisbona e nel Montpellier,avrebbe mentito al fisco brasiliano per giustificare l’ingresso nel Paese di somme di denaro che il procuratore aveva in alcuni conti segreti in Svizzera. Roberto de Assis si è difeso dichiarando che quei soldi provenivano da alcune donazioni.

Il procuratore di Dinho, che potrà ricorrere contro la sentenza e che godrà del regime di semilibertà, è stato invece assolto dall’accusa di falsa testimonianza e di aver convertito in reales, la moneta brasiliana, fondi ottenuti illegalmente. Una tegola in più in un momento non facile per Ronaldinho. Tra voci di cessioni e lo scontento dei tifosi, dopo l’eliminazione dalla Coppa Libertadores, dopo la sconfitta con gli ecuadoregni dell’Emelec.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky