Caricamento in corso...
05 maggio 2012

Chelsea, Di Matteo a caccia della terza Fa Cup

print-icon
rob

L'allenatore del Chelsea ha allenato anche il Milton Keynes Dons e West Bromwich Albion (getty)

Nella finale contro il Liverpool il tecnico italiano potrebbe vincere  la sua terza Coppa d'Inghilterra. Dopo le due conquistate da giocatore, l'italiano sarebbe il primo nella storia a segnare in due finali e vincere la Coppa dalla panchina.

Una lunga storia d’amore. E’ quella che lega Roberto Di Matteo e la Coppa d’Inghilterra. Il tecnico italo-svizzero ne ha vinte due da giocatore, nel 1996-1997 nella sua prima stagione al Chelsea e nel 1999-2000 a pochi mesi dall’infortunio che avrebbe di fatto stroncato la sua carriera. Due finali giocate e due gol decisivi, uno dopo nemmeno un minuto della finale con il Middlesbrough (finita 2 a 0) e una nel secondo tempo dell’ultimo atto dell’edizione 1999-2000 contro l’Aston Villa.

E sabato pomeriggio quando si siederà in panchina per la finale contro il Liverpool potrebbe scrivere un nuovo capitolo di questo amore ma soprattutto fare la storia del calcio britannico. Nessun giocatore poi diventato manager, infatti ha mai segnato due reti in due finali diverse, conquistando poi il trofeo più vecchio del mondo dalla panchina. Ma se Roberto Di Matteo dovesse percorrere i trentanove gradini di gloria” di Wembley, potrebbe essere anche un segno, un auspicio per il suo futuro. “The normal one” diventerebbe infatti il quattordicesimo allenatore della storia della Fa cup a vincere il trofeo da giocatore e da allenatore, il quarto a farlo con gli stessi colori.

Ma soprattutto entrerebbe a far parte di una schiera di tecnici che la Storia calcistica del Regno Unito l’hanno fatta davvero. Qualche nome? Sir Matt Busby, “inventore” del mito del Manchester United, Bill Shankly artefice del mito del Liverpool, George Graham, l’uomo che ha portato l’Arsenal a vincere uno scudetto dopo 18 anni (e lui era in campo in entrambe le occasioni) e Kenny Dalglish, ala del Celtic e del Liverpool. Lui la coppa non la vince da 23 anni e sarà seduto a pochi metri dal “Normal One” sulla panchina dei Reds. E proverà a rovinare la festa all’allenatore italiano, cercando di salvare una delle peggiori stagioni nella storia del club di Liverpool.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky