Caricamento in corso...
09 maggio 2012

Bielsa e Simeone, che duello tra passato e presente

print-icon
mar

Marcelo Bielsa prima dell'Athletic Bilbao aveva allenato due soli club il Newell's Old Boys e l'Espanyol (getty)

Nella finale di Europa League tra Athletic Bilbao e Atletico Madrid si sfidano due squadre che hanno avuto un passato comune. E si incontrano due allenatori che si conoscono e si stimano molto. Ma che hanno una visione del calcio e del mondo quasi opposta

Sarà una serata particolare. E non solo perché si giocherà la seconda finale tutta spagnola della storia dell’Europa League. Athletic Bilbao e Atletico Madrid sarà un ritrovo tra (ex)amici. Tra passato e presente.

Un passato che si chiamava Athletic Club de Madrid, la squadra “filiale” che quattro studenti della scuola superiore per ingegneri minerari di Madrid decisero di fondare nel 1903. Loro, baschi e tifosi dell’Athletic, diedero al team gli stessi colori di quello originario, fondato cinque anni prima a Bilbao. L’unione durò fino al 1923, poi ognuno per la sua strada.

Un presente che porta il nome di due argentini, Marcelo Bielsa e Diego Pablo Simeone. Chi vincerà sarà il primo tecnico, proveniente dalla terra di Borges e di Maradona, a vincere l’Europa League. Due persone e due allenatori che più diversi non potevano essere. Uno, Bielsa è soprannominato Il Loco, il pazzo. Il suo modo di allenare ha cambiato il centenario “palla lunga e pedalare”, caratteristico della società basca, ha lanciato molti giovani e ha fatto spendere pochissimo alla dirigenza rojiblanca. Un po’ guru, un po’ filosofo l’anno scorso è stato vicinissimo all’Inter. Ma ha detto no perché aveva dato la sua parola all’Athletic.

Chi all’Inter e in Italia ci è già stato è Diego Pablo Simeone. Grande centrocampista dell’Inter, amatissimo dei tifosi, ha allenato a Catania, portando i sicialiani alla salvezza. In Spagna, dove già aveva lasciato segni da giocatore, ha condotto l’Atletico Madrid alla finale. Vincendole tutte. Stasera inconterà uno degli allenatori che lo conosce di più, quel Marcelo Bielsa che lo guidò per le ultime sue 30 partite da giocatore della nazionale argentina. Del Loco parla solo la stessa lingua. Per il resto è l’esatto opposto: nel gioco e nei modi. Tanto duro e sanguigno Simeone quanto ieratico e filosofeggiante Bielsa. I due si stimano ma non vogliono essere chiamati amici. Soprattutto quando c’è in palio il primo trofeo europeo per entrambi.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky