Caricamento in corso...
27 maggio 2012

Euro 2012, Pirlo: "Questa Italia è come la mia Juve"

print-icon

Il centrocampista azzurro crede nelle possibilità della nazionale di Prandelli: "Abbiamo i mezzi per arrivare fino infondo". La Uefa ha controllato sangue e urine di 10 azzurri sorteggiati tra cui il portiere De Sanctis.

"Questa nazionale può sicuramente assomigliare alla mia Juve. Partiamo in prima fila. Abbiamo tutto per fare bene. Abbiamo i mezzi per arrivare fino in fondo". Così Andrea Pirlo, uno dei leader della squadra azzurra, fresco di scudetto con il club bianconero con cui si è preso una bella rivincita. "Al Milan pensavano fossi finito - ha continuato Pirlo - invece sono ancora qui. Non so se continuerò in azzurro fino al Mondiale 2014, vediamo se sarò ancora utile, se sarò ancora chiamato. Adesso penso solo a questi Europei. Abbiamo qualità. Ci divertiamo a giocare assieme e abbiamo fame, questi sono i nostri punti di forza. L'obiettivo è arrivare almeno tra le prime quattro, siamo l'Italia e possiamo farcela".

Test antidoping - Nuovi esami a sorpresa organizzati dalla Uefa a sorpresa questa mattina a Coverciano, dopo quello effettuato nei giorni scorsi dal Coni, per gli azzurri che stanno preparando gli Europei. I controlli, effettuati con test di sangue e urine, hanno riguardato dieci giocatori, tra questi anche il portiere De Sanctis.

In campo - Per quanto riguarda l'allenamento odierno gli azzurri sono stati divisi a gruppi per un lavoro prettamente atletico, soprattutto quelli arrivati per ultimi come i giocatori di Juventus e Napoli. In palestra, invece, hanno lavorato Balotelli, Bocchetti, De Rossi, Schelotto, Borini e Destro. Al termine dell'allenamento il preparatore Giambattista Venturati ha spiegato il lavoro svolto dalla squadra al mattino: "Se partiamo dal presupposto che in un test cerchiamo di capire i dati di ogni giocatore da cardiofrequenzimetri, dai lattati e con analisi biomeccaniche, dobbiamo sintetizzare che ogni seduta di allenamento è un test - ha detto Venturati -. In particolare oggi abbiamo inserito un test biomeccanico, una corsa ad alta velocit…, a zig-zag. C'erano dei sensori e davamo una valutazione biomeccanica dell'efficienza della corsa. Aspettiamo qualche giorno per verificare come sta rispondendo la squadra. C'erano durante il test telecamere, sensori e alla fine c'erano delle fotocellule per stabilire la velocita".

Maggio: "Lavezzi vuole andarsene" - "In questi anni a Napoli è stato fondamentale. A noi giocatori serve un allenatore del genere. Spero proprio che Mazzarri rimanga con noi perché con lui la squadra potra' continuare a crescere". Christian Maggio, giocatore del Napoli e della Nazionale, si augura che Mazzarri resti sulla panchina dei partenopei. A proposito della squadra del futuro Maggio confida che un giocatore come Cavani non
parta, visto che invece Lavezzi sembra prossimo all'addio: "Diciamo che Lavezzi da un po' di tempo voleva andarsene - aggiunge Maggio -. Se va via anche Cavani, poi, la situazione si metterebbe male. Io spero proprio che rimanga. Anzi, ce lo teniamo stretto. Cosa serve al Napoli per continuare a essere vincente dopo aver conquistato la Coppa Italia? Credo una rosa più ampia".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky