Caricamento in corso...
01 giugno 2012

Italia, tre sberle dalla Russia. Il ct: azzerare e ripartire

print-icon

Azzurri ko a Zurigo (LE PAGELLE ) nell'ultimo test che anticipa gli Europei . Prandelli: "Dobbiamo capire se è una questione fisica o mentale. E sono costretto ad inventarmi qualcosa". Su Criscito : "Ha il nostro affetto". Stiramento per Buffon

Sprazzi d'azzurro sul tormentato cammino della nazionale verso Euro 2012. Ma quel che resta dell'unico test rimasto a Cesare Prandelli per capire che Italia sarà dall'esordio del 10 giugno con la Spagna è un altro schiaffo alla sua nazionale, e questa volta in campo. Finisce 3-0 per la Russia, terzo ko di fila per la nostra nazionale. Risultato pesante, anche oltre i demeriti di una squadra che a tratti ha entusiasmato i 18.000 tifosi italiani di Zurigo. Ma alla fine è stata autolesionista, a immagine di quel che il calcio italiano sa fare fuori dal rettangolo di gioco.

Difesa in tilt - Pesano i tanti, troppi errori difensivi. Una leggerezza di reparto inattesa. Basta dire che in 90' stasera la squadra azzurra ha subito più reti di tutte quelle del girone di qualificazione. Cassano e Balotelli hanno funzionato, piu' per l'esplosività del secondo che per l'intesa. Il centrocampo un po' meno. E comunque il risultato pesa eccome, su una squadra già frastornata da polemiche, scandali, avvisi di garanzia. Tanto da spingere il suo ct all'estrema preoccupazione: "Se serve, non andiamo all'Europeo", ha detto prima dell'amichevole. Troppo facile dire che di questo passo si va ma non lontano. Di certo, il risultato nasconde quel che di positivo - qualcosa c'è - si è (intra)visto.

Il postpartita del ct: "Ora impossibili le tre punte" - "Non è questione di difesa a 3, 4 o 5 - ha detto a fine partita Prandelli - è la terza amichevole in otto mesi. Ma in uesto momento è impossibile proporre le tre punte". Poi un pensiero a Mimmo Criscito, il cui nome è finito nella bufera dello scandalo scommesse: "Lui sa cosa ci siamo detti. Ha trovato il nostro affetto. Paradossalmente è meglio aver perso qui di brutto, per tornare con i piedi per terra. Abbiamo 5-6 giorni per lavorare, correggere qualcosa. Loro erano già pronti, ma noi recupereremo in tempo".

In conferenza stampa, Prandelli sembra molto deciso. "Ora azzeriamo tutto. Parliamo solo di calcio. "Giocare con questo clima attorno alla Nazionale? E' difficile, ma vedrete: ora si parlerà solo di calcio. Ora sono obbligato a provare qualcosa, anche se non ho molto tempo".

Continua il ct: "Nel primo tempo abbiamo retto bene il confronto con una squadra fisica, che sta avanti a noi nella preparazione. Poi sul gol subito ci siamo come svuotati. Dobbiamo capire se è una questione mentale o fisica. Per qualcuno avevamo già vinto l'Europeo, eravamo i favoriti. E invece dobbiamo tornare a lottare su ogni pallone. E' quello che ci siamo detti nello spogliatoio: azzeriamo e ripartiamo".

Infortunio - Proprio mentre a Parma veniva perquisita la ricevitoria dove sarebbero piovuti gli assegni del portiere della Juventus, il capitano della Nazionale si è procurato un lieve infortunio alla spalla destra ed è uscito soprattutto per precauzione. "Gigi in una parata si è stirato sulla spalla destra, si tratta di uno stiramentino sulla cuffia dei rotatori. Anche a livello precauzionale il ct lo ha sostituito, ma non ci sono problemi per il recupero. Prima farà fisioterapia e poi si allenerà regolamente. Non è niente di grave", ha detto il professor Enrico Castellacci, medico della nazionale.

Il lutto
- L'Italia ha giocato con il lutto al braccio per ricordare le vittime del terremoto in Emilia. Prima della partita è stato osservato un minuto di raccoglimento.

Ko Repubblica Ceca e Ucraina
- Passo falso per altre due nazionali impegnate a Euro 2012. La Repubblica Ceca, sempre in amichevole, è stata sconfitta in casa dall'Ungheria per 2-1. La selezione ospite ha segnato al 6' pt con Dzsudzsak e al 43' st con Gyurcso, di Kadlec al 24' pt il gol del momentaneo pareggio. La Rep. Ceca fa parte del Gruppo A di Euro 2012 con Grecia, Polonia e Russia.

L'Austria ha battuto l'Ucraina 3-2 in un incontro di preparazione agli europei. Per gli austriaci gol di Januzovic al 3' del primo tempo e doppietta dell'ex Inter Arnautovic al 17' e al 44' della ripresa. Per l'Ucraina doppietta di Gusev all'11' e al 20' del secondo tempo. L'Ucraina, che ospita la manifestazione, fa parte del girone D con Francia, Inghilterra e Svezia.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky