Caricamento in corso...
06 giugno 2012

Chiellini: ma anche la Spagna deve avere paura di noi

print-icon

Parlando della sfida con le Furie Rosse nella gara d'esordio a Euro 2012, il difensore in recupero di forma fa il punto sul modulo: "Non avremmo problemi anche a giocare a tre in difesa". Poi lancia un appello: aiutiamo i terremotati

"Anche la Spagna dovrà avere paura dell'Italia". Così l'azzurro Giorgio Chiellini, parlando della sfida con le Furie Rosse nella gara d'esordio ad Euro 2012 in programma domenica. L'Italia a Cracovia è stata accolta dal grande entusiasmo del pubblico. "I diecimila che ieri sera hanno assistito al nostro allenamento ci hanno dato nuovo entusiasmo dopo una settimana non facile per i tanti attacchi più o meno giusti che abbiamo dovuto subire", spiega il difensore della Juve.

"Ma noi -aggiunge- siamo bravi a isolarci e a pensare solo al campo. Io sto bene e da giorni mi sto allenando con il gruppo. C'è grande voglia di iniziare l'avventura. La gara con la Spagna è la dimostrazione che forse l'Europeo è più difficile del Mondiale. Per fermarli serve la prova di un grande collettivo, è necessario aiutarsi e bisogna cercare non solo di difendersi, ma anche di imporre il nostro gioco, fatto di possesso palla e di attacco degli spazi".

"Certo -ammette Chiellini- vedere le ultime gare della Spagna e vedere che il loro gioco non cambia al di là degli interpreti ci ha fatto capire ancora di più la difficoltà della gara. Ma anche loro dovranno avere un po' di paura ad affrontare l'Italia...". Vista l'assenza sicura di Andrea Barzagli, il ct Cesare Prandelli sta valutando un cambio di modulo e ha provato la difesa a tre. "Stiamo provando diverse soluzioni e non credo che il mister abbia ancora deciso", dice ancora Chiellini. "Da parte nostra c'è la massima disponibilità. Credo che il problema non sia tanto il modulo, ma soprattutto come interpretiamo la partita. Nella nostra carriera tanti di noi hanno sperimentato più moduli, quindi non avremmo problemi anche a giocare a tre dietro. L'importante è farlo con la giusta concentrazione e con il giusto spirito di squadra".

In caso di difesa a tre, a scalare in difesa sarà Daniele De Rossi, elogiato da Chiellini: "Penso di non dover insegnare niente a Daniele. Lui questo ruolo lo ha già provato e lo ha interpretato alla grande", sottolinea. "Contro di noi in campionato all'andata giocò in quel ruolo e fu il migliore in campo. Ha classe, carisma ed esperienza per interpretarlo al meglio".

Giorgio Chiellini lancia infine un appello per aiutare i terremotati dell'Emilia. "Sono persone che hanno bisogno del nostro aiuto", il messaggio che il difensore dell'Italia ha voluto lanciare al termine della conferenza stampa a Casa Azzurri. "Invito tutti a farlo mandando un sms al 45500. Personalmente, ho già deciso di devolvere una quota dei proventi della vendita della maglia celebrativa per lo scudetto della Juventus".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky