Caricamento in corso...
09 giugno 2012

Italia-Spagna, Prandelli: "Il pessimismo? Ci dà la carica"

print-icon

Il ct della Nazionale è apparso fiducioso nella conferenza stampa alla vigilia dell'esordio contro i campioni d'Europa: "Vogliamo sovvertire quello che si pensa di noi". E Buffon: "Loro sono più forti, ma noi più bravi. Siamo qui per stupire"

"Il pessimismo ci accompagna, ma non ci dà fastidio. Anzi, ci dà stimoli. Abbiamo voglia di sovvertirlo". Lo ha detto Cesare Prandelli, commissario tecnico dell'Italia, alla vigilia dell'esordio all'Europeo con la Spagna. "Sto benissimo - ha aggiunto - Mi sento felice, prima di venir qui in conferenza ho dormito un'ora, sereno come un bambino che ha fatto i compiti".

Della vittoria in amichevole sulla Spagna del 10 agosto scorso "rimane poco, il calcio è veloce, brucia tutto. Abbiamo pensato di non far rivedere quelle immagini perché lontane un anno fa, c'è stato un cambiamento nella nostra Nazionale ma quello che è rimasto in mente è che quando l'Italia gioca a calcio, e possiamo giocare a calcio, può essere competitiva anche contro la Spagna".

Buffon: noi più bravi -
"La Spagna non deve temere l'Italia, loro hanno talmente tante certezze che non temono nessuno. Ci rispetteranno come si fa con tutti gli avversari che si incontrano". Pernsieri e parole di Gigi Buffon. "Nel calcio - ha poi proseguito Buffon - quasi sempre vincono i più forti e loro lo sono. Ogni tanto, però, vincono i più bravi e questo ci lascia qualche speranza. Siamo qui all'Europeo per stupire. Dentro abbiamo una grande determinazione: per capire dove ci porterà, bisognerà solo aspettare", ha aggiunto il portiere azzurro.

Del Bosque: "Vorrei non ripetere l'esordio di Sudafrica 2010" - Nella conferenza stampa pre-partita il ct della Spagna spera di non cominciare con una sconfitta come nella rassegna mondiale e  puntualizza che contro l'Italia non sono ammesse distrazioni. "L'Italia da quando c'è Prandelli ha cambiato il suo modo di giocare - dice ancora Del Bosque - e quindi pelle, ma noi dovremo far meglio di loro. Ma l'Italia è forte, non ha dalla sua solo la storia ed i quattro titoli mondiali, gli azzurri sono nel presente e ci hanno anche battuto a Bari. Per noi il ricordo di quella partita sarà un ulteriore stimolo per far bene". La formazione l'ha già decisa? "Ho tutto chiaro in mente - risponde - ma non l'ho detta neppure ai giocatori. La conosceranno domani, del resto ho a disposizione 23 potenziali titolari".

Reali allo stadio -
Il principe Felipe delle Asturie, accompagnato dalla moglie principessa Letizia, ed il Primo ministro spagnolo Mariano Rajoy assisteranno domani allo stadio di Danzica alla partita Spagna-Italia, che inaugurerà il gruppo C dell'Europeo. Lo si è appreso da fonti della Nazionale spagnola, che hanno avuto oggi la conferma della presenza di questi 'sostenitori illustri'.


Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky