Caricamento in corso...
10 giugno 2012

Italia, impresa sfiorata. Segna Di Natale: 1-1 con la Spagna

print-icon
ita

Italia-Spagna a Danzica

Nella gara d'esordio a Euro 2012 la Nazionale di Prandelli conquista un buon pari contro i campioni uscenti. Primo tempo equilibrato. Nella ripresa l'attaccante dell'Udinese firma il vantaggio. Pareggia Fabregas

ITALIA-SPAGNA 1-1
61' Di Natale (I), 64' Fabregas (S)

Guarda la cronaca del match


E' mancata la vittoria ma le quotazioni sono in rialzo, lo spread calcistico tra Italia e Germania (tra le favorite per la vittoria in finale), resta ancora evidente, non più incolmabile. La Spagna, campione uscente, ha mostrato, al tempo stesso, i suoi limiti (difensivi) ma anche la sua forza (le verticalizzazioni improvvise). Il Trap potrebbe essere l'alleato azzurro in grado di riabilitare l'onore del calcio nostrano di fronte all'Europa. Solo una settimana fa la Nazionale di Prandelli, presa a schiaffi dalla Russia e travolta dall'inchiesta sul calcioscommesse con la Polizia a Coverciano, sembrava dover finire nel baratro per mano delle "Furie Rosse" dal gioco spumeggiante. "Vi stupiremo" aveva promesso Buffon, ed in effetti l'Italia ha sbalordito per carica agonistica e qualità di gioco, nonostante l'1-1 finale.

La scelta tattica di Prandelli, di rivedere il 4-4-2 naufragato nell'ultima amichevole, per far posto a un 3-5-2 folto a centrocampo, ha pagato. La decisione di lasciare spazio sugli esterni a una Spagna schieratasi senza attaccanti di ruolo è stata voluta, come quella di difendere il centro del campo con un De Rossi sontuoso nel ruolo di ultimo difensore e abile a rilanciare l'azione palla al piede sin dalla retroguardia. A metà campo Pirlo ha faticato a trovare spazio mentre Thiago Motta ha provato l'incursione con un colpo di testa ben respinto da Casillas. Se Cassano, in avanti, è sembrato sempre vivace e pronto a colpire, il pur volenteroso Balotelli ha patito la pressione dimostrando scarsa lucidità sottoporta. E allora l'ingresso di Antonio Di Natale si è rivelato indovinato: gol pochi minuti dopo essere subentrato a SuperMario.

Colpita nell'orgoglio la squadra di Del Bosque ha tentato la reazione e l'Italia è caduta laddove, invece, si era dimostrata meno vulnerabile, nei corridoi centrali, ma l'inserimento di Fabregas si è rivelato fatale. Nel finale gli azzurri hanno accusato la stanchezza, l'ingresso di Giovinco, a inerzia della gara volta in favore spagnola, non ha garantito freschezza anche se Marchisio, dopo un mortifero lob di Torres finito alto, ha tentato l'ultimo assalto. L'1-1 può essere un risultato più che accettabile, la sensazione è che quest'Italia possa ancora crescere.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky