Caricamento in corso...
21 giugno 2012

Bonucci: ma quale Inghilterra, i più forti siamo noi

print-icon

Il difensore azzurro pensa al big match dei Quarti: "Rooney? Abbiamo cominciato a studiarlo, anche se l'Inghilterra non è solo Rooney". E a proposito della vicenda sul calcioscommesse . "Voglio solo parlare del mio lavoro e del calcio giocato"

"Per il gioco che abbiamo espresso in queste gare possiamo dire che siamo più forti, ma poi sul campo contano altri valori come la cattiveria e la voglia di vincere, che a noi non mancano. Noi cercheremo di battere l'Inghilterra e andare avanti". Lo ha detto il difensore azzurro Leonardo Bonucci da Cracovia, a tre giorni dalla sfida contro l'Inghilterra. "Rooney? Abbiamo cominciato a studiarlo, anche se l'Inghilterra non è solo Rooney".

"Si è parlato tanto di me per vicende extra-calcistiche, ma voglio solo parlare del mio lavoro e del calcio giocato. E' contato di più quel sogno di giocare nel grande calcio" afferma ancora il difensore azzurro, a proposito della vicenda sul calcioscommesse. "Quando scendo in campo con la Nazionale pensando quello che ero dieci anni fa adesso ti viene in testa solo di giocare. Ho accanto persone importanti come mia moglie che si è fatta scivolare di sopra le critiche venute fuori su di me e il mio motivatore Ferrarini, che mi ha portato dalla serie B fino alla Nazionale", conclude Bonucci.

"Ero lì, mi sono preso cura di lui". Bonucci ha commentato anche l'episodio che lo ha visto protagonista quando, dopo il gol all'Irlanda, ha tappato la bocca a Balotelli che era pronto a fare qualche gesto polemico. "Io sono quello che lo conosce più di tutti, avendolo conosciuto quando aveva 17 anni nella primavera dell'Inter, è uno istintivo ma un bravo ragazzo. In quel momento mi sono trovato lì e mi sono preso cura di lui, poteva incorrere in sanzioni pesanti, ben venga che mi sia trovato lì. Lui fuori dal gruppo? Non credo, basta vedere le immagini di ieri con Di Natale. Ce lo teniamo stretto, se mette in campo la voglia di giocare al calcio può fare la differenza".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky