Caricamento in corso...
22 giugno 2012

La Grecia sogna e poi fa crac. Passa la Germania 4-2

print-icon
reu

Reus autore del 4-1 della sua Germania sulla Grecia (Getty)

A Danzica i tedeschi vincono largamente dopo aver subito il ritorno greco grazie al momentaneo 1-1 di Samaras. Khedira e Klose danno la spinta decisiva. Reus chiude. La squadra di Loew in semifinale

GERMANIA-GRECIA 4-2
39' Lahm (Ge), 55' Samaras (Gr), 61' Khedira (Ge), 68' Klose (Ge), 74' Reus (Ge), 89' rig Salpingidis (Gr)

Guarda la cronaca del match



Eppure la buona volontà non è mancata. Il desiderio di mostrarsi all'altezza, almeno dal punto di vista sportivo, di fronte all'Europa e di esorcizzare i demoni tedeschi, è durato per ben 60 minuti, fino a poco dopo il gol di Samaras (solo omonimo dell'assente, per "infortunio", primo ministro greco, ma per un attimo salvatore della patria), che aveva zittito l'esultanza nemmeno troppo contenuta di Angela Merkel al vantaggio di Lahm. L'illusione, di poter colmare lo spread, sportivo s'intenda, è durata troppo poco, solo sei minuti sono bastati ai "barbari" Khedira e Klose (tedeschi di passaporto ma non di origine), per espugnare le mura elleniche che fino ad allora con Sokratis e Papadopoulos avevano retto bene l'urto.

La strategia di Loew, come il Cavallo di Ulisse raccontato da Omero, aveva sorpreso tutti. Una sola punta, Klose, per Gomez e Podolski, spazio a Schuerrle e al talento di Reus. E alla fine la prima crepa nella difesa greca l'ha procurata l'assalto di Khedira, la breccia è stata aperta da Klose e proprio Reus ha chiuso la contesa costringendo alla resa una Grecia apparsa stremata dalle incursioni tedesche. La Germania ha riconfermato lo status di squadra da battere in questo Europeo, mostrando capacità nell'adattarsi all'avversario e una varietà tattica che solitamente non si addiceva alle squadre tedesche del passato.

Le opzioni per Loew sono molteplici e la qualità dei singoli, spesso anche del gioco, associato a una solidità difensiva garantita soprattutto dall'apporto di Hummels e dalla sicurezza di Jerome Boateng, rende la squadra estremamente solida. Sulla strada per la finale, la Germania potrebbe essere il prossimo ostacolo, Inghilterra permettendo, per l'Italia ma quella, eventualmente sarà un'altra storia da raccontare. La Grecia esce dall'Euro, e, al di là delle facili ironie e del pesante risultato addolcito nel finale da un rigore di Salpingidis, torna a casa sconfitta ma non bastonata.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky