Caricamento in corso...
28 giugno 2012

Le pagelle di Portogallo-Spagna: Fabregas sempre decisivo

print-icon
ces

Il catalano del Barça trasforma il penalty che porta le Furie Rosse in finale. Buona la prova dei lusitani che però abbandonano la competizione: grande amarezza per Cristiano Ronaldo, che vede così sfumare il Pallone d'Oro

SPAGNA

FABREGAS
Staffetta anche stavolta, ma non per Torres. Del Bosque gli preferisce Negredo, poi però manda in campo lui e non el Niño. Cesc però si "vendica" col rigore che manda la Spagna in finale. Non saranno le Furie Rosse del 2004 e del 2008, ma questo Cesc non può star fuori.

XAVI
Vederlo uscire scuotendo la testa non è da lui. Per una volta, non il perfetto metronomo del centrocampo più forte al I duetti col compare Iniesta non mancano, ma le jam session stavolta incantano meno. Bento piazza nel mezzo tre martelli. Del Bosque lo cambia e il Prof. non la prende bene.

INIESTA
Nel primo tempo è fra i pochi dei suoi a salvarsi. All'uno- due, suo marchio di fabbrica, però manca il guizzo finale. Nella riprea cala, e perso il sodale Xavi, si spegne anche lui. Il suo Europeo però lo conferma fra i grandi. Al 104' ha l'occasione più grande, Rui Patricio gli tira giù la saracinesca. Peccato.

DEL BOSQUE
Risolve il dilemma Torres/Fàbregas mandando in panchina... la staffetta. La scommessa Negredo dura 54', poi tocca a Cesc, decisivo ai rigori col Niño in panca a tifare. La fine del ciclo d'oro è ancora lontana, ma l'Omone di Salamanca stavolta ha rischiato. Poker face.

PORTOGALLO

BRUNO ALVES
Picchia e lotta duro, rischia più volte il rosso. Ai rigori, lo insegue Nani, che vuol tirare prima di lui poi scaglia sulla traversa un razzo terra-aria. Il centrale che allo Zenit fa ammattire Spalletti diventa il simbolo della sconfitta, ma ha dato tutto. "Eroe" impopolare.

NANI
Europeo non all'altezza della sua fama. Lo scintillante Nani dello United in nazionale scompare, schiacciato dall'ingombrante luce propria di CR7. Diventa protagonista ai rigori, correndo dietro a Bruno Alves per battere prima di lui. Nani segna, l'altro centra la traversa e manda tutti a casa. Anche Cristiano.

CRISTIANO RONALDO
Il CR7 ammirato contro Olanda e Repubblica Ceca si è rivisto solo a tratti. Le praterie davanti le aveva, ma anche la difesa del "Clásico". Dal dischetto, invece, non ha fatto in tempo: Bruno Alves e João Moutinho lo hanno bruciato. Il Pallone d'oro è più lontano. E Messi sorride...

BENTO
Partita tatticamente perfetta. L'intera difesa ammonita la dice lunga, come gli spazi non sfruttati in contropiede. Sposta CR7 al centro, poi lo inverte con Nani. Per la prima volta la Spagna non fa tiqui-taqui, ma non è bastato. Il portiere l'ha trovato, avesse una punta vera...

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky