Caricamento in corso...
14 ottobre 2012

Messi e le punizioni-gol: "Guardo Pirlo e Ronaldinho"

print-icon
mes

Leo Messi, Pirlo e Ronaldinho: sono i calci di punizone il collegamento tra questi tre straordinari campioni (Foto Getty)

Contro l'Uruguay, nelle qualificazioni ai Mondiali , la Pulce argentina ha sigillato la sua doppietta con un letale calcio piazzato, simile agli ultimi trasformati dallo juventino e da Dinho: "Avevo dei dubbi sul modo in cui batterlo. E' andata bene"

Dai Pirenei alle Ande. Leo Messi segna ormai quasi sempre, non importa se con il Barcellona o con la maglia dell'Argentina, che ha battuto l'Uruguay 3-0, in una partita del girone sudamericano di qualificazione ai Mondiali del 2014 in Brasile: la 'Pulce' ha segnato due delle tre reti della Seleccion, la seconda delle quali con una punizione letale, simile alle reti realizzate di recente da "Pirlo e Ronaldinho". La 'Pulce', appena la settimana scorsa, aveva fulminato Casillas nel 'Clasico' del Campo Nou contro il Real Madrid, finito 2-2, sempre con una traiettoria tagliende che si era insaccata nell'angolo alto alla sinistra del portiere castigliano.

Il goleador del Barça è stato il migliore del 'Derby del Rio de la Plata', giocato nello stadio Malvinas argentinas a Mendoza, davanti a 35 mila spettatori e a due passi dalla Cordigliera delle Ande. 'E' stata una 'Pulce' atomica', ha commentato il quotidiano La Nacion. Le tre reti de lla rappresentativa albiceleste - tutte nel secondo tempo - sono state molto belle (oltre a Messi ha segnato anche il 'Kun' Aguero). Ma il gol che ha fatto impazzire i tifosi e i media di Buenos Aires è stato l'ultimo, al 34': la 'Pulce' ha infatti calciato rasoterra una punizione che si è infilata in un angolo della porta custodita dall'ex laziale Muslera, dopo essere passata sotto i piedi dei giocatori della barriera, impegnati a saltare. "Ho visto che il portiere voleva andare un po' avanti e immaginavo allo stesso tempo che la barriera avrebbe saltato", ha detto - alla fine del match - Messi, aggiungendo poco dopo che Andrea Pirlo (nella partita Siena-Juventus 1-2) e Ronaldinho "hanno di recente segnato in questo modo". "Avevo dei dubbi - ha concluso - ci ho provato, è andata bene".

Un omaggio chiaro, quindi, a un 'brasiliano' italiano e a un brasiliano vero. E' una punizione che ha entusiasmato gli argentini, alcuni dei quali si sono tra l'altro chiesti se non ci sia ormai una moda delle punizioni 'spiazza-barriere'. Pirlo ha a sua volta commentato con soddisfazione le dichiarazioni di Messi: "Ha detto che sui calci di punizione s'ispira a me? Mi fa piacere".

Con un Messi-super, ben supportato in attacco non solo da Aguero, ma anche dai madridisti Angel Di Maria e Gonzalo Higuain, l'Argentina e' quindi in testa del girone sudamericano di qualificazione, mentre dopo la goleada di Mendoza l'Uruguay si trova in una situazione preoccupante. Dopo un primo tempo in cui non è riuscito a fare granché di fronte alla solida difesa dell'Uruguay, l'Argentina è riuscita a portare a casa un secondo tempo in cui tutto è girato alla perfezione, confermando il bel momento della squadra allenata da Alejandro Sabella. Ma le foto del giorno dopo sui giornali di Buenos Aires sono tutti per Messi. E per le sue reti che fanno sognare.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky