Caricamento in corso...
15 ottobre 2012

La Nazionale a San Siro. Balotelli torna a casa...

print-icon
bal

Mario Balotelli: Italia-Danimarca segna il suo ritorno a San Siro (Foto Getty)

Milano è la città che lo ha lanciato nel calcio che conta. Nel 2007, Roberto Mancini , allora tecnico dell'Inter e oggi con SuperMario al City, lo fece esordire in A. Il primo gol in campionato al Meazza arrivò contro la Fiorentina del ct Cesare Prandelli

di Matteo Barzaghi

Torna a casa Mario.  Balotelli in campo a San Siro. A Milano, città da cui tutto è partito, calcisticamente parlando. E che fosse una storia particolare lo si era intuito dall'inizio. Mancini ha la squadra stanca ma deve vincere lo scudetto. Butta nella mischia il gioiello della primavera e fa bingo. Gol in Coppa italia, gol a Bergamo e primo gol a San Siro in Serie A. Contro chi? Contro la Fiorentina di un certo Cesare Prandelli.

Ora la storia si ripete. San Siro, Prandelli ma anche Montolivo e Osvaldo. Da avversari a compagni. Dall'Inter alla Nazionale. Balotelli torna nel luogo del "delitto". E se l'ultima volta su quel campo coincide con un gol, Inter-Chievo, roba da triplete, l'immagine più forte di Super Mario nel suo vecchio nido è questa. Semifinale di champions, impresa contro il Barcellona. Lui entra ma fatica. Mourinho è feroce, il pubblico esigente e lui risponde insultando tutti e gettando la maglia. Fine della sua storia con l'Inter. Fine della prima avventura a San Siro. Che ora riparte. Sempre amore-odio. E torna in mente la prima doppietta con polemiche per aver zittito i tifosi della roma. La sfida contro Cristiano Ronaldo e lui che lo sgrida. Irriverente, ambizioso, ma incredibilmente talentuoso

C'è il suo zampino nella champions vinta. Bolide che qualifica l'Inter agli ottavi. Il Meazza impazzisce di gioia come dopo una coppa festeggiata all'alba. Sui titoli di coda scorrono tre scudetti, una Coppa Italia, una Supercoppa italiana e una Champions League. Talento e bravate. In mezzo qualche partita vista da spettatore e la storia con San Siro che non finisce mai e che in futuro potrebbe regalare colori diversi. Torna a casa, Mario.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky