Caricamento in corso...
12 novembre 2012

Prandelli, messaggio per Balo: prima il calcio, poi il resto

print-icon

Il ct della nazionale si rivolge all'attaccante di Mancini, in primo piano dopo la copertina del Time, non per gol nè giocate con il Manchester City: "E' un personaggio, ma deve ricordarsi che si deve far notare sempre per quello che fa da calciatore"

Non trova spazio a Manchester, Mario Balotelli, in compenso chi ha occhi e soprattutto parole per lui è Cesare Prandelli. "E' preoccupato per l'esclusione di Mancini, legata a motivi tecnici, ma tra due giorni ha già l'occasione buona per rimettersi in luce". L'importante è che la massima attenzione sia sempre riservata al calcio, nemmeno la recente copertina sul Time deve distrarlo dall'obiettivo principale: "E' un personaggio, ma ricordi che si deve far notare sempre per quello che fa da calciatore".

E' pronta per mercoledì la maglia da titolare in attacco per Balotelli, non quella a centrocampo per De Rossi, che paga l'espulsione nel derby: "Non l'ho sentito, ma non ho timori su di lui in chiave Mondiali: anzi, questa punizione servirà esattamente a quello, a non ripetere certi errori tra 4 anni, in Brasile. Daniele è troppo tifoso", ha aggiunto Prandelli, "quando si carica di responsabilità va fuori giri. Deve trovare equilibrio:  ha firmato da poco un contratto importante, sara' capitano a lungo".

Dai giocatori alla panchina: nel giorno in cui Conte torna a parlare in chat con i suoi tifosi, Cesare Prandelli ipotizza un cambiamento per chi dirige una squadra. "Allenatore in tribuna? Perchè no. Può essere questo il futuro: vedi bene la situazione e non trasmetti le ansie. Certo, servono adatti strumenti di comunicazione con la panchina, ma potrebbe funzionare".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky