Caricamento in corso...
26 novembre 2012

Portieri improvvisati: a mali estremi, Melo rimedia

print-icon
fel

L'esultanza di Felipe Melo dopo il rigore parato

Sabato sera nel campionato turco il numero 10 del Galatasaray ha salvato il risultato sostituendo Muslera, espulso al 90' per un fallo da rigore... che ha parato. Tra gli attaccanti stregati in questo modo ricordiamo anche Shevchenko e Dzeko. I VIDEO

di Valerio Spinella

"Non dire gatto se non l'hai nel sacco". Quello che da tempo è il motto del Trap, è diventato una lezione di vita per Goksu Turkdogan, giocatore dell'Elazigspor che nella gara del campionato turco di sabato sera... il gatto se lo è ritrovato di fronte. Al 90', su calcio di rigore.
Ma ricostruiamo i fatti: il Galatasaray, in vantaggio di una rete, sta per archiviare la trasferta di Elazig quando, proprio allo scadere, Muslera (l'ex portiere della Lazio) viene espulso per un fallo da rigore. Fatih Terim non ha cambi a disposizione e la "mission impossible" viene affidata all'ex centrocampista di Fiorentina e Juve Felipe Melo. Quando il gol del pari sembra inevitabile, ecco invece che arriva il volo plastico del portiere improvvisato, che arricchisce l'impresa con un'esultanza che ricorda il trenino dei giocatori del Bari. Ma che più probabilmente vuole essere un gatto.



Episodi simili, ad alti livelli, si contano sulle dita di una mano: Tra i precedenti illustri c'è quello che ha visto protagonista il Pallone d'Oro 2004 Andriy Shevchenko. Non nella parte dell'eroe, anzi. L'allora numero 7 del Milan si fece sbertucciare da un connazionale di Felipe Melo (e poi dicono che i brasiliani in porta non ci sanno proprio fare...), Fabio Bilica: il difensore del Venezia, nella stagione 1999-2000 respinse al campione ucraino un calcio di rigore. Un episodio che rimane nella storia, anche se quella gara la vinse il Milan 3-0. C'è da dire che nell'occasione Bilica volle strafare, e nel post-partita dichiarò: "Ero sicuro di poter parare quel rigore: so bene che Shevchenko tira sempre alla sinistra del portiere. Mi sono buttato tranquillo".

Un altro bomber come Edin Dzeko, ai tempi del Wolfsburg, fu vittima della stessa beffa. Siamo in Bundesliga e il portiere improvvisato, in questo caso, è Ivan Lovric dell'Hannover. Nemmeno i suoi compagni si aspettavano potesse opporsi al capocannoniere del torneo, tanto che sulla respinta rischiarono di vanificare l'impresa con un pasticcio difensivo, poi risolto.



Tra i rigori parati da non-portieri, quello con il coefficiente di difficoltà più elevato è con ogni probabilità quello di Mladen Petric. La cornice è quella di una notte europea del 2006, incontro di Europa League tra Basilea e Nancy fermo sul 2-2. Al 90' viene espulso Costanzo, il portiere blaugrana. Lo svizzero, prima di abbandonare il campo, istruisce in pochi secondi il compagno-attaccante, gli affida la maglia e il compito di neutralizzare il rigore. La conclusione rasoterra di Mickael Chrétien è forte e abbastanza angolata, difficile anche per un portiere di ruolo. Ma il croato si distende e salva il risultato. Una storia da raccontare ai nipotini.




Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky