Caricamento in corso...
03 dicembre 2012

Mou-Real, divorzio vicino? Psg: Ancelotti rischia

print-icon
mou

Mourinho e Ancelotti, due "big" della panchina a rischio

Secondo la stampa spagnola, Florentino Perez non approva l'atteggiamento dello Special One, che non sarà l'allenatore delle merengues nella prossima stagione. E dalla Francia rimbalzano voci che vogliono Guardiola vicino alla panchina del club parigino

"José Mourinho non sarà l'allenatore del Real Madrid nella prossima stagione". Il quotidiano spagnolo 'Marca' non ha dubbi e preannuncia la conclusione del rapporto tra il Real Madrid e lo Special One. "Il tecnico portoghese e il club blanco si accorderanno per il divorzio al termine dell'annata", scrive il giornale, molto vicino alla società del Santiago Bernabeu.

"Suicidio" Mou - "Mourinho e Florentino Perez (presidente del Real, ndr) considerano chiuso il ciclo del portoghese e pensano che l'attuale situazione non possa protrarsi oltre il prossimo 30 giugno".
Perez, secondo 'Marca', crede che Mourinho "si stia suicidando" con decisioni prese e dichiarazioni fatte nell'arco della stagione. Il presidente, in particolare, pensa al rapporto conflittuale tra l'allenatore e Sergio Ramos, uno dei senatori dello spogliatoio, e non gradisce l'atteggiamento di sfida che lo Special One ha tenuto ultimamente nei confronti del pubblico, 'reo' di aver contestato l'allenatore. Perez non prende in considerazione l'ipotesi di chiudere il rapporto a stagione in corso e vuole assolutamente evitare un'improvvisa 'crisi istituzionale'.

Ipotesi Psg - Il diretto interessato, nel frattempo, non commenta: "Il mio futuro? Domani gioco la mia partita numero 101 in Champions League" - ha risposto lo Special One, che sta preparando la gara contro l'Ajax. "Il resto? Non commento, non alimento storie". E il Paris Saint-Germain? "Un mio assistente seguirà Psg-Porto perché sono due potenziali avversari negli ottavi di finale. E' l'unico motivo per cui penso al Paris Saint-Germain, può essere un nostro rivale".

Ancelotti a rischio - Stampa scatenata anche in Francia, con 'L'Equipe' che vede un cambio al timone del Psg, altro club che dopo aver speso tantissimo è a caccia di grandi risultati a livello europeo, e li pretende subito. Il sogno, inutile dirlo, è Guardiola, che scalzerebbe così Ancelotti. Il tecnico italiano, finora, non ha convinto granché la proprietà e diciotto mesi dopo l'entrata di Qatar Sport Investments nel capitale del Paris Saint Germain (oramai scivolato al terzo posto a pari punti con il Saint-Etienne) è pronta una nuova rivoluzione. Gli sceicchi sono esasperati dalla crisi in cui è precipitata la squadra e neanche Leonardo è più sicuro del posto.
Fonti vicine all'azionista qatariota hanno confermato, domenica, l'esistenza di un primo contatto con Guardiola con "Pep" che sarebbe contrario però all'idea di arrivare al Psg durante la stagione, interrompendo il suo anno sabbatico a New York.
Il suo nome è comunque solo uno di quelli che compone una mini lista con Arsene Wenger e José Mourinho, ma vedere uno di questi tre tecnici arrivare a Parigi prima dell'estate sembra inconcepibile.
Tra le ipotesi, in caso di esonero di Ancelotti, ci sarebbero quella di affidare la guida della squadra ad interim ad Eric Gerets. Dall'8 ottobre, l'ex allenatore dell'OM (2007-2009) e della nazionale del Marocco (2010-2012) ha sostituito Djamel Belmadi sulla panchina del Lekhwiya, il club caro allo Sceicco Tamim, il principe ereditario del Qatar. Per sostituire il brasiliano Leonardo, invece, un nome che si fa oramai sempre più insistentemente, è quello di Michel Denisot, l'ex presidente degli anni dorati dell'era Canale + (1991-1998).

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky