Caricamento in corso...
05 dicembre 2012

Caccia al gol-fantasma: rivoluzione al Mondiale per club

print-icon
ger

Germania-Inghilterra, Mondiali 2012: uno dei più famosi gol-fantasma della storia

Nel corso della competizione che vedrà impegnato il Chelsea saranno sperimentati chip nel pallone e "occhio di falco", sistemi approvati dall'International Board. Ogni arbitro potrà decidere se e quale dei due adottare

Le big entreranno in gioco solo fra una settimana, ma la tecnologia contro i gol fantasma farà il suo ingresso in campo già domani. Il Mondiale per club si prepara ad ospitare una vera e propria rivoluzione per il mondo del calcio. Per i sistemi Hawk-Eye e GoalRef il torneo iridato in programma in Giappone rappresenta infatti il primo, importante banco di prova ufficiale dopo le sperimentazioni e il via libera ottenuto dalla Fifa.

L'esordio è in programma nella sfida-spareggio fra i giapponesi del Sanfrecce Hiroshima e i neozelandesi di Auckland City a Yokohama. "E' una rivoluzione, è la prima volta che questo tipo di tecnologia entra nel gioco del calcio", ha evidenziato Jerome Valcke, segretario generale della Fifa, in una conferenza stampa. "I test sono stati effettuati e hanno dato riscontri positivi. Questo anche per noi è un giorno importante perché uno dei due sistemi che utilizzeremo qui sarà utilizzato in occasione della Confederations Cup del prossimo anno", ha aggiunto Valcke.

Nel Mondiale per club ciascun arbitro potrà decidere, un'ora e mezza prima del fischio d'inizio, quale sistema adottare nella partita da lui diretta. Il sistema GoalRef usa un microchip nel pallone mentre l'Hawk-Eye (occhio di falco), da tempo utilizzato nel tennis e nel cricket, si affida a una telecamera per smascherare eventuali gol fantasma. I due sistemi sono stati approvati il 5 luglio dall'International Board.

"Gli arbitri ieri hanno svolto un intero allenamento con i due sistemi. Faremo in modo che sappiano come usare la tecnologia", ha spiegato ancora Valcke. "Novanta minuti prima ciascuna gara -ha aggiunto- i direttori di gara proveranno il sistema e, in base a questo test, decideranno se utilizzarlo o meno. Funzionerà sempre così: è l'arbitro che prende la decisione finale e, se per qualsiasi ragione ha qualche dubbio, ha il diritto di non usarla. L'arbitro è la persona più importante di questo processo".

Dall'esito dei test nel Mondiale per club e nella Confederations Cup dipenderà l'utilizzo della tecnologia anche ai Mondiali del 2014 in Brasile. Il Chelsea campione d'Europa farà il suo debutto nel torneo iridato il 12 dicembre, direttamente in semifinale. Il giorno dopo sarà il turno dei brasiliani del Corinthians, vincitori della coppa Libertadores. La finale del Mondiale per club è in programma il 16 dicembre a Tokyo.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky