Caricamento in corso...
06 dicembre 2012

Europa League: Inter e Lazio, serata dei bomber di scorta

print-icon
liv

Livaja trascina l'Inter: due gol e nerazzurri avanti in Europa League

Stramaccioni imbottisce la squadra di Primavera e il baby Livaja fa doppietta nel 2-2 al Neftci. Kozak e Floccari super non fanno rimpiangere Klose: biancocelesti a valanga sul Maribor (4-1), primo posto nel girone conservato

INTER-NEFTCI 2-2
marcatori: 9' e 54' Livaja (I), 52' Sadygov (N), 89' Canales (N)

Cinque Primavera in campo dal primo minuto, altri quattro in panchina accanto ad Antonio Cassano. E' l'Inter che Stramaccioni porta a S.Siro per la passerella finale contro il Neftci, e i baby-nerazzurri lo ripagano non facendo rimpiangere Milito o Zanetti nè tanto meno quel Wesley Sneijder ormai ai margini della squadra.
Protagonista assoluto nel 2-2 finale, ancora una volta, Marko Livaja, bomber di Coppa dell'Inter, capace forse di creare qualche ripensamento in Stramaccioni, che per il mercato di gennaio ha già prenotato un vice-Milito, a suo dire l'unico ruolo scoperto in rosa.
Due gol, il primo dopo 9', l'altro quando il Neftci stava ancora festeggiando per il momentaneo pareggio: serata da incorniciare, e Strama felice di non dover neanche far stancare i titolari in vista della sfida di domenica con il Napoli.
Difesa affidata a due vecchie colonne come Samuel (che rifiaterà nella ripresa) e Cambiasso, sulle fasce due esterni con basso minutaggio in campionato ma già abituati ai grandi palcoscenici (Pereira e Jonathan), poi, dalla metacampo in su, spazio alla freschezza di una nidiata in cui il '92 Coutinho recita la parte del veterano e Livaja quella del leone.
Il giovane attaccante croato segna su invito di Pereira dalla sinistra al primo vero affondo interista e replica nella ripresa, di testa, su cross di Nagatomo, riportando in vantaggio i nerazzurri 2' dopo che Sadygov l'aveva infilata nel sette. Prima del pari di Canales (colpo di testa ravvicinato su respinta di Handanovic) ci sarebbe spazio anche per la tripletta, ma nel giorno in cui la tecnologia anti gol-fantasma esordisce al Mondiale per club, l'Europa League deve accontentarsi degli arbitri in carne ed ossa. Così, quando Cambiasso serve Livaja a due passi dalla porta e un difensore respinge, resta forte il dubbio che la palla avesse varcato la linea. Per fortuna è "solo" Europa League...


MARIBOR-LAZIO 1-4
marcatori: 16' Kozak (L), 32' Radu (L), 38' e 51' Floccari (L), 84' Tavares (M)

Anche la Lazio va, eccome, con gli attaccanti di scorta. Tanto che, in mancanza di Klose, ci pensano Kozak e Floccari.
Petkovic con il Maribor deve fare attenzione a non inciampare proprio all'ultimo (e contro l'ultimo), dato che il Tottenham tallona i biancocelesti in classifica, pronto a sfilare il primo posto nel girone. Niente di più semplice, almeno in apparenza: gara chiusa nel primo tempo e primato conservato.
Grandi protagonisti, si diceva, i vice-Klose. Prima Kozak, che indirizza la partita sul binario giusto infilandosi nel corridoio che Ederson vede per lui e superando con un bel pallonetto il cugino dell'Handanovic interista. Poi Floccari, con una doppietta che fa solo bene al morale: bello il primo gol, un diagonale vincente, sempre su invito di Ederson, splendido il secondo, con un'azione personale iniziata in dribbling a centrocampo e conclusa con un gran tiro da quasi 20 metri.
Tra i due bomber si piazza Radu, colpo di testa su corner di Hernanes, e la festa non può essere certo rovinata dal gol di Tavares. Klose, oggi a Monaco per farsi visitare dal medico della Nazionale tedesca, può recuperare con calma.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky