Caricamento in corso...
10 dicembre 2012

Müller benedice Messi: il suo record durerà 40 anni

print-icon
mue

Gerd Müller con il ct tedesco Helmut Schoen nel '74

La doppietta di domenica contro il Betis lo consegna alla storia e a Lionel arriva un messaggio speciale. A soli 25 anni la pulce argentina cancella il primato del centravanti tedesco, 85 gol in 60 partite, ora responsabile giovanile del Bayern

"Spero che il suo record duri per altri 40 anni". La doppietta di domenica contro il Betis lo consegna alla storia e a Lionel Messi arriva un messaggio speciale da Gerd Müller. A 25 anni la pulce argentina cancella il primato del centravanti tedesco, 85 gol in 60 partite, che durava appunto da 40 anni (fu stabilito nel 1972).

Messi per Müller è "il miglior giocatore del mondo, sono contento per lui. E' incredibile, un gigante". Con i due gol di domenica, l'argentino è arrivato a 86 reti (74 con la maglia del Barcellona e 12 con la nazionale argentina) in 66 partite giocate, e alla fine della sua straordinaria stagione mancano ancora tre gare (due di Liga e una di Coppa contro il Cordoba). "Spero che segni ancora uno o più gol negli incontri che restano e il suo record resisterà per altri 40 anni" ha aggiunto l'ex bomber del Bayern Monaco, di cui adesso è responsabile del settore giovanile.

E dire che nel '72 il tedesco, che mise il suo sigillo con una doppietta nella partita del secolo (il 4-3 perso con l'Italia a Messico '70) aveva 27 anni: segnò 72 gol per il suo club e 13 per la nazionale, allora Germania Ovest. L'arma letale di Messi è il suo sinistro: dal suo magico piede è partita la quasi totalità delle segnature: 76 i gol 'mancini', sette col destro e solamente tre di testa. Ha alle spalle il numero dieci ma in realtà è un nove mascherato: un uomo d'area, tanto che 74 dei suoi gol Messi li ha messi a segno in area di rigore. Micidiale nelle punizioni, pressoché infallibile dal dischetto (14 i rigori finiti nel sacco).

In questa stagione il suo ruolino di marcia è impressionante: dodici le doppiette, 23 reti in 15 giornate di campionato. Il che gli ha fatto eguagliare un altro record: quello del suo eterno rivale Cristiano Ronaldo, che aveva raggiunto lo stesso score nella stagione 2011-2012. Adesso per la pulce c'è un altro traguardo imminente: è in pole position, infatti, per rivincere il Pallone d'oro. Sarebbe il suo quarto: con la benedizione anche di Michel Platini.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky