Caricamento in corso...
01 gennaio 2013

United e City, sfida anche a Capodanno. In campo la Premier

print-icon
dze

Edin Dzeko ha ritrovato brillantezza con il suo City (Getty)

Già riparte il campionato inglese con la squadra di Mancini (impegnata in casa con lo Stoke), che vuole accorciare rispetto ai Red Devils di scena a Wigan. A Londra si gioca Tottenham-Reading, l'Arsenal è ospite del Southampton

Premier a Capodanno, Premier tutto l'anno. E che Premier. Il derby di Manchester in testa alla classifica ha segnato tutto il 2012 e promette, o minaccia, di fare altrettanto con almeno la prima metà del 2013. Il City ospita all'Etihad lo Stoke City, che ha in Begovic il miglior portiere e in Shawcross il migliore centrale difensivo del 2012. Non sarà facile, per i campioni, far gol ai Potters, che in campionato non perdono da dieci partite e hanno raccolto 20 dei trenta punti disponibili. Il Mancio non avrà per infortunio Richards, Maicon, Kolarov e Rodwell e per squalifica Nasri, espulso nel sofferto 4-3 di Norwich. Balotelli invece ha smaltito il virus, ma è improbabile che parta titolare, perché Dzeko e Aguero visti a Norwich paiono intoccabili. E con Aguero e Tevez in campo dall'inizio, il City in questa Premier ha perso solo a Sunderland.

L'altra parte del cielo Mancuniano, in fuga a +7, può festeggiare la notte di San Silvestro e il compleanno numero 71 di Ferguson, ma al DW Stadium dovrà stare attenta a non fare il botto, perché il Wigan non avrà la pancia piena. Al quarto match in dieci giorni, lo United ha allungato in testa con un pareggio e due vittorie. Sir Alex ha fiutato il pericolo e ha già annunciato turnover. Evra, però vuole esserci. Da capitano coraggioso nel suo anno più tormentato - e non certo per colpa sua - vuole vendicare l'1-0 di un anno fa. L'unica sconfitta nelle ultime 15 contro i Latics. Il buon anno si vede dal primo pomeriggio. Il pomeriggio del Capodanno di Premier.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky