Caricamento in corso...
09 gennaio 2013

Gattuso: "Balotelli? Se il Milan potrà, lo prenderà"

print-icon

Il centrocampista del Sion parla della possibilità di vedere SuperMario in rossonero: "Sappiamo com'è fatto Berlusconi, se avrà l'occasione di portare Balotelli a Milano lo farà". Sul razzismo: "Boateng ha fatto bene , ma non c'è grosso allarme"

"Balotelli mela marcia? Mario e il suo procuratore Raiola sono stati bravi a non rispondere a Berlusconi. Il presidente lo conosciamo tutti, ma Mario al Milan può solo far bene e migliorare". Rino Gattuso commenta così il pesante giudizio che il presidente del Milan, Silvio Berlusconi, ha dato su Mario Balotelli. Gattuso è convinto che le porte del Milan non sono chiuse all'attaccante del Manchester City. "Spero non ci sia nessuna risposta da parte di Mario, il presidente ha detto quella parola ma sicuramente se ci sarà la possibilità e i presupposti per fare questa operazione si farà perché il valore di Mario non si  discute", dice l'ex centrocampista rossonero, oggi al Sion.

Gattuso si sofferma anche sulla rissa sfiorata fra Roberto Mancini, manager del City, e Balotelli. "Mario è stato bravo, ha capito. Deve crescere e mettere da parte il suo modo di essere 'animalesco', deve contare... lo dice uno che le sue cavolate le ha fatte. Io allenatore di Balotelli? Rischiamo di fare come con Mancini  ogni settimana...", scherza Gattuso.

"A Busto Arsizio erano quattro ragazzi che si divertivano a fare 'buuu', ma l'Italia non è un paese di razzisti". E' l'opinione di Rino Gattuso sul caso di Kevin Prince Boateng e sul problema del razzismo negli stadi italiani. Secondo il centrocampista, oggi in forza al Sion, la questione è stata  ingigantita. "Anche a me è stato fatto tante volte 'buuu' e il verso della scimmia e non sono di colore", fa notare Gattuso. "Non so come bisogna comportarsi. Certamente bisogna che qualcuno, come ad esempio l'arbitro, si assuma la responsabilità di fermare la partita ma non è facile".

L'ex bandiera del Milan si sofferma poi sul caso Boateng. "Come si vede nei filmati c'erano 5-20 persone che facevano queste cose e  tutto lo stadio che applaudiva Boateng. Ma bisogna fare attenzione a dire che c'è un problema di razzismo. Non mi va che si parli di un problema di razzismo e che bisogna combatterlo, non mi sembra che siamo a questi livelli". "Non ce l'ho con Boateng - chiarisce Gattuso -, anzi secondo me ha fatto bene. Ma non mi va di dire che c'è un problema grandissimo sul razzismo e che ci dobbiamo mettere tutti a lavorare per risolverlo. E poi succede in tutti gli stadi, non solo in Italia. Ricordo anche la banana lanciata a Roberto Carlos in Russia. Se Boateng non si fermava e non scagliava la pallonata ai tifosi non succedeva niente".

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky