Caricamento in corso...
14 febbraio 2013

Europa League, sfide inedite per Inter, Lazio e Napoli

print-icon
flo

Le tre italiane impegnate nei sedicesimi di finale affrontano per la prima volta nella loro storia Cluj, Moenchengladbach e Plzen, in un turno pieno di incroci e dal sapore di Champions

Nel primo turno a eliminazione diretta dell'Europa League Inter, Lazio e Napoli si trovano a giocare contro squadre mai incontrate prima. Ecco qualche statitistica e curiosità sulle partite delle italiane e non solo.

Buon compleanno Matador – Il centravanti del Napoli Edinson Cavani cercherà nel match contro i cechi del Viktoria Plzen le reti per il passaggio del turno ma anche un regalo per il suo 26simo compleanno che cade proprio nel giorno di San Valentino. L'uruguaiano non ha mai segnato una rete il 14 febbraio nè in campionato, nè in Europa (dove è all'esordio in questa data). Ci proverà contro la squadra che l'anno scorso nei gironi di Champions League fermò il Milan sul 2-2 in casa (ma perse a San Siro 2-0)

L'Inter contro la piccola Italia – I nerazzurri di Stramaccioni affronteranno il Cluj, probabilmente la squadra più azzurra di Romania. Due italiani in rosa (l'ex Juve Piccolo e il giovane Lignani in prestito dal Livorno), due vecchie conoscenze come Sasa Bjelanovic e Robert Maah. un recento passato tinto di tricolore e un po' di nerazzurro. Con i granata guidati tra il 2009 e il 2010 da Andrea Mandorlini, allenatore del Verona e colonna dell'”Inter dei record”.Sarà una partita particolare per Alvaro Pereira che in Transilvania ha cominciato la sua carriera europea, nel 2008-2009 con un altro italiano un panchina Maurizio Trombetta che con i rumeni fu capace di battere la Roma 2-1 all'Olimpico nella fase a gironi di Champions League.

Lazio contro la bestia nera Moenchengladbach – I biancocelesti e i Puledri neroverdi, eliminati quest'anno ai preliminari di Champions, non si sono mai incontrati in una competizione internazionale. Ma i tedeschi con le squadre italiane si “trovano” bene, 10 partite, 4 vittorie, 4 pareggi e solo due sconfitte. L'ultima precedente risale al 1979, l'ultima sconfitta a 39 anni fa, contro il Milan.

Scrivi Europa League, leggi Champions
In questo turno ci sono 11 squadre, più di un terzo del totale che hanno cominciato la loro stagione in Coppa Campioni. Otto (tra cui il Chelsea campione uscente) sono arrivati terzi nella fase a gironi, 3 sono uscite ai preliminari (oltre al Borussia, Basilea e Fenerbahce). Il Chelsea è l'unica tra le trentadue squadre rimaste ad essere all'esordio assoluto in Europa League.

Sedici Champions League in campo -
Oltre ai Blues, campioni d'Europa uscenti, ancora in corsa ci sono sei squadre che sono state sul tetto d'Europa almeno una volta: Liverpool, Ajax, Benfica, Inter, Steaua Bucarest per un totale di sedici trofei.

Tra incroci e nostalgia – Non sarà una partita “normale” per due tra i migliori portieri europei. Per Peter Cech, portiere del Chelsea che giocherà contro lo Sparta Praga, dove ha cominciato la sua carriera e per Hugo Lloris del Tottenham al ritorno per la prima volta allo Stade de Gerlande la sua “casa” al Lione fino all'estate 2012.

Verso la finale – Se l'Ajax dovesse raggiungere l'ultimo atto dell'Europa League diventerebbe la prima squadra a giocare la finale di questo torneo davanti al suo pubblico, all'Amsterdam Arena, fatto già accaduto in Coppa Uefa con il Feyenoord e lo Sporting Lisbona.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky