Caricamento in corso...
14 marzo 2013

L'Inter sfiora l'impresa con il 4-1, ma passa il Tottenham

print-icon
int

Alvarez ha segnato il 4-1 che ha fatto sperare l'Inter nell'impresa (Foto Getty)

Clamorosa partita dei nerazzurri nel ritorno degli ottavi di Europa League: rimontano nei primi 90' chiusi sul 3-0 con Cassano, Palacio e l'autogol di Gallas. Ai supplementari Adebayor gela San Siro, non serve la rete di Alvarez

INTER-TOTTENHAM 4-1
20' Cassano (I), 52' Palacio (I), 75' Gallas aut (I), 7' 1ts Adebayor (T), 5' 2ts Alvarez (I)

Guarda la cronaca del match


Già dopo la prima mezz'ora era lecito sognare un po’. Perché l’Inter, dopo il 3-0 subito al White Hart Line, sapeva già alla vigilia quanto difficile fosse la rimonta contro il Tottenham nel ritorno degli ottavi di Europa League. In palio la qualificazione ai quarti. Stramaccioni aveva caricato i suoi “pagherei per il ribaltone” e aveva sperato di ritrovare “sicurezza”. E i nerazzurri, a San Siro, sono entrati in campo per farsi rispettare. Azioni, ritmo, occasioni che hanno dominato il gioco degli inglesi, privi di Bale squalificato. Al 90' finisce 3-0 e si va ai supplementari. Segna il Tottenham con Adebayor, riapre le danze Alvarez. Ma il 4-1 non basta all'Inter, che viene eliminata.

I PRIMI 90' - Dopo circa 20 minuti l’Inter passa in vantaggio con un gol di Cassano. Colto in contropiede il Tottenham, Palacio crossa sul secondo palo dalla destra, trovando il barese tutto solo che infila in rete con un colpo di testa.  San Siro si esalta. I tifosi impazziscono. Continuano a spingere i nerazzurri che, fino al termine del primo tempo, vanno più di una volta vicini al 2-0. Il Tottenham trema alla traversa di Palacio che, poi, dopo 7’ minuti del secondo tempo non sbaglia e regala all’Inter e ai suoi tifosi la voglia di continuare a crederci. Sul 2-0 l’Inter può sperare, di fronte ad un Tottenham che concede moltissimo e che appare tutt'altro che irresistibile in difesa.

Con il tridente d’attacco dal primo minuto – con Guarin, Palacio e Cassano – l’Inter è andata in campo per provarci in tutti i modi, anche se l’impresa era difficile. E invece, a San Siro succede l’incredibile. L’Inter riesce nella remuntada. Arriva il 3-0 con l’autorete del Tottenham. Cassano batte una punizione non impeccabile dal vertice dell'area, una deviazione della barriera manda la palla dalle parti di Gallas, che prova a deviarla, insaccandola nella propria porta. Ed è il 3-0. Sul finale un paio di tiri degli inglesi impegnano Handanovic e un'incredibile palla gol per Cambiasso fa sognare i nerazzurri. Si va ai supplementari. Un’impresa per l’Inter di Stramaccioni. Una squadra che non ricorda neanche lontanamente quella scesa in campo domenica contro il Bologna.

I SUPPLEMENTARI - L'Inter ha compiuto la tanto sperata rimonta, ma i 90 minuti giocati a mille si fanno sentire. La stanchezza c'è e i giocatori nerazzurri sono esausti. A gelare San Siro arriva nel primo tempo supplementare il gol di Adebayor. L'Inter non molla, non vuole smettere di crederci e nel secondo tempo supplementare ecco la rete di testa di Alvarez, subentrato a uno stanco Guarin. E' il 4-1 per l'Inter. Un 4-1 che ha il sapore di impresa ma che lascia l'amaro in bocca perchè non basta ai nerazzurri per compiere il miracolo. Per l'Inter è l'addio all'Europa League. Ai quarti ci va il Tottenham. Eppure Stramaccioni può essere soddisfatto, quelle "sicurezze" di cui parlava alla vigilia si sono riviste in campo.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky