Caricamento in corso...
22 marzo 2013

Immobile e Insigne, l'Euro-Italia funziona: 2-0 alla Russia

print-icon
spo

Ciro Immobile, autore del primo dei due gol con i quali l'Italia Under 21 ha battuto la Russia (Foto Getty)

Amichevole a Cittadella per l'Under 21 di Mangia. Un gol per tempo e gli azzurrini dimostrano di essere già pronti per gli Europei di categoria in programmna la prossima estate in Israele

ITALIA-RUSSIA 2-0
9' Immobile, 74' Insigne

L'Italia Under 21 di Mangia supera a pieni voti il test contro la Russia in quello che può essere considerato un anticipo dell'Europeo di categoria in programma la prossima estate in Israele. Allo stadio Tombolato di Cittadella, con un gol per tempo, gli azzurrni hanno dunque battuto la selezione di Pisarev.

Il primo gol, realizzato da Immobile, arriva al 9'. Eppure, tra qualche perplessità di troppo nell'impostazione e dopo aver sofferto oltremodo la pressione del centrocampo avversario, ai nostri servono una ventina minuti per ingranare la marcia giusta. Il tema dell'incontro cambia dal 25', quando l'offensiva dell'Italia si fa più insistente. Ci prova prima Insigne dalla lunga distanza (tiro respinto con qualche incertezza da Zabolotny), poi Gabbiadini, che con un rasoterra cerca di sfruttare un errore di Burak. Palla sul palo esterno.

Dall'altra parte del campo, invece, Smolov e tutto l'attacco russo non inquadrano mai lo specchio della porta. L'unico brivido per il portiere Bardi allo scadare, quando sugli sviluppi di un corner Yakovlev colpisce di tacco al volo e spedisce il pallone sulla parte superiore della traversa.

Comincia la ripresa e in campo, su entrambi i fronti, ci sono diversi volti nuovi. Per l'Italia fuori Florenzi e Rossi, dentro Saponara e Bertolacci. E' sul lancio del primo, milansita in fase di svezzamento all'Empoli, che nasce una buona oppotunità per il raddoppio. Gabbiadini fa tutto benissimo, dallo stop al movimento per liberarsi di un avversario. Il tiro, centrale, viene però bloccato a terra da Zobolotny.

Calano ritmo e lucidità; le squadre si allungano, ma le palle-gol scarseggiano. La migliore riesce però a sfruttarla Insigne, che dà il la ad un'azione poi proseguita sull'asse Saponara-Gabbiadini e conclusa in rete dalla stessa punta del Napoli.
La giovane Italia di Mangia insomma funziona. Certo, oggi è difficile dire dove potrà arrivare nel corso dell'Europeo, ma ci sono tutte le premesse per non andare in Israele da semplice comparsa.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky