Caricamento in corso...
25 marzo 2013

Italia, l'isola che non c'è sulla rotta per i Mondiali

print-icon

Gli Azzurri affrontano la trasferta a Malta con la consapevolezza di dover fare risultato al cospetto del fanalino di coda del girone. Nel ballottaggio tra Giaccherini e Cerci è favorito lo juventino. Incognita vento: ha soffiato a 42 chilometri orari

di Alessandro Alciato

Malta in classifica è l'isola che non c'è, ferma a zero punti nel girone di qualificazione mondiale. Per l'Italia un approdo sicuro sulla rotta del Brasile. Un gol fatto, 12 subiti, un professore di matematica e un paio di studenti fra i convocati, e i secondi danno del tu al primo solo perché non frequentano la sua stessa scuola: questo è ciò che passa il convento al ct italiano Ghedin. Che infatti definisce impossibile la scalata all'Italia, e alla domanda "come si ferma Balotelli?" risponde così: "Con una gabbia... No dai è impossibile, Balotelli è un extraterrestre".

Balotelli giocherà con El Shaarawy dal primo minuto e insieme hanno vissuto l'atterraggio verso Malta ospiti del comandante del charter Alitalia, in cabina di pilotaggio. "Fighissimo", ha raccontato poi El Shaarawy, linguaggio giovane per un'Italia 2.0. Alle loro spalle Giaccherini ha vinto il ballottaggio con Cerci, sarà 4-3-1-2. Con una particolare attenzione al vento, che alla vigilia soffiava sullo stadio Ta 'Qali a 42 chilometri orari. Sarà tutto esaurito, una possibile vittoria di Malta non è credibile neppure per i suoi giocatori.

All'andata Pirlo fu marcato - anzi - picchiato a uomo da Schembri. "Unico modo per fermarlo", ha ammesso candidamente Agius, giocatore del Latina. L'Italia non può perdere, lo sanno i matematici, quindi lo sa anche il professor Edward Herrera. Che contro gli Azzurri potrebbe giocare titolare.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky