Caricamento in corso...
11 aprile 2013

Lazio, solo 1-1: Fenerbahce in semifinale di Europa League

print-icon
fen

Bandiere del Fenerbahce in uno stadio Olimpico chiuso ai tifosi della squadra di casa (getty)

Il ritorno dei quarti di finale finisce pari, in uno stadio Olimpico vuoto per la sanzione inflitta dall'Uefa ai biancocelesti. Entrambi i gol nella ripresa, a segno Lulic e Caner Erkin. Prima semifinale in una competizione europea per il club turco

LAZIO-FENERBAHCE 1-1
60' Lulic (L), 73' Caner Erkin (F)

Guarda la cronaca del match


Nessuna "rimontona", nemmeno in Europa League: dopo la Juve, anche la Lazio abbandona le competizioni europee e così non ci sarà nessuna squadra a rappresentare l'Italia ai sorteggi di Nyon. La squadra di Petkovic esce a testa alta, con la consapevolezza di aver espresso un gioco migliore del Fenerbahce nella doppia sfida. Ma l'1-1 in casa (a porte chiuse) non basta per evitare l'eliminazione nei quarti di finale contro i turchi che all'andata si erano imposti per 2-0.

In un Olimpico vuoto per la squalifica inflitta dall'Uefa, sono 200 i tifosi ospiti ad incitare i gialloblù di Istanbul, che da regolamento hanno diritto di posizionare in tribuna Monte Mario una propria fetta di supporter, in quanto squadra sfidante del club sanzionato.
La squadra di Petkovic, che non può contare sul cosiddetto dodicesimo uomo, affronta il match con la giusta spensieratezza. Nonostante l'assenza di Klose e Floccari nell'undici iniziale, ci sono Hernanes, Candreva e Kozak decisi perlomeno a far sudare ai turchi una qualificazione che con il risultato di Istanbul poteva sembrare quasi archiviata.

La partita - Passano 12' quando una punizione di Hernanes, non trattenuta da Volkan Demirel, offre a Kozak la possibilità di far sentire la propria presenza fisica al portiere turco: un episodio che si ripeterà nel corso dei 90'. Intorno alla mezz'ora prima Candreva al volo e poi Hernanes a giro si rendono pericolosi ma l'occasione più ghiotta capita ad Ederson che a una manciata di minuti dall'intervallo spreca malamente. Sullo scadere del primo tempo arriva l'ammonizione per Kozak, che si scarica nuovamente con Volkan Demirel rifilandogli un calcione dopo che aveva respinto una conclusione di Hernanes.
Nel secondo tempo, al 12' Petkovic inserisce Klose (fuori Biava) e tre minuti più tardi arriva il gol che fa sperare la Lazio. E' Lulic a battere Demirel, spaventando i turchi che iniziano a intravedere lo spettro dei supplementari. Petkovic prende fiducia e sostituisce Hernanes con Floccari, ma alla mezz'ora arriva la doccia fredda: al primo tiro in porta, una sassata sotto la traversa dopo aver "scherzato" Ciani, Caner Erkin regala la semifinale al Fenerbahce con venti minuti di anticipo. Il gol incassato in casa rompe la statistica secondo cui la Lazio non era mai uscita contro squadre turche. Esce anche Kozak, dal campo, lasciando il posto al giovane Rozzi, ed è apprezzabile l'impegno dei padroni di casa. Senza il supporto dei propri tifosi, spossati e praticamente eliminati, a dieci minuti dal triplice fischio gli uomini di Petkovic continuano a creare occasioni, onorando l'ultima gara europea stagionale. E adesso si torna a pensare al campionato, per provare a tornare in Europa difendendosi da Inter e Roma. 

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky