Caricamento in corso...
19 aprile 2013

Ancelotti dopo Mourinho? Per la Spagna è l'uomo giusto

print-icon
mar

La prima pagina di Marca preannuncia Ancelotti sulla panchina del Real Madrid

Secondo il quotidiano sportivo Marca sarà "Carletto" a prendere il posto del portoghese che nel frattempo rettifica: "Mai detto che vado via. Non sono triste o infelice al Real Madrid"

Carlo Ancelotti è il candidato numero 1 del Real Madrid per sostituire in panchina José Mourinho nella prossima stagione. Stando a quanto riporta il quotidiano spagnolo Marca il tecnico emiliano, oggi alla guida del Paris Saint-Germain, sarebbe il prescelto del presidente del Real Madrid, Florentino Perez. Restano pochi dubbi, invece, sul divorzio di Mourinho dal club blanco. Il tecnico di Setubal scioglierà le riserve sul suo futuro solo a fine stagione ma una persona del suo entourage ha rivelato a Marca che le possibilità che lo Special One decida di restare anche il prossimo anno a Madrid sono ormai ridotte "a meno del 10-15%".

Il quotidiano spagnolo parla anche di un patto fra Mourinho e Florentino Perez in base al quale alla fine della stagione il tecnico sarà libero di andarsene: l'addio sarà a costo zero se lo Special One, legato al Real da un accordo fino al 2016, condurrà la squadra alla conquista della decima Champions League. Sempre secondo Marca, è probabile che Mourinho tornerà ad allenare il Chelsea nella prossima stagione. La seconda opzione per lo Special One non sarebbe l'Inter bensì proprio il Paris Saint Germain.

Non è la prima volta che Ancelotti viene accostato al Real Madrid. Il tecnico italiano è un vecchio pallino di Florentino Perez, che già nel 2008 cercò invano di ingaggiarlo. Resta però da convincere il ricco club parigino. Ancelotti ha contratto da 7 milioni netti che scadrà a fine giugno ma una clausola prevede il rinnovo automatico nel caso in cui il Psg, attualmente primo in Ligue 1, chiuda la stagione fra le prime tre in classifica. Lo stesso Ancelotti, fra l'altro, nei giorni scorsi si è detto "felice a Parigi" e intenzionato a restare anche il prossimo anno.

La smentita di Mou - José Mourinho non ha ancora deciso il suo futuro, se sarà ancora sulla panchina del Real Madrid o meno. E' lo stesso allenatore portoghese a tornare sulle voci (sempre più forti) che lo vogliono lontano dalla Spagna l'anno venturo. "Non sono triste o infelice al Real Madrid. Quando non ci sarà più la pressione delle partite, ci metteremo seduti intorno a un tavolo e vedremo qual è la soluzione migliore per tutti", ha detto lo 'special one', che è così tornato sulle parole del presidente del club in cui milita il figlio di Mourinho che nei giorni scorsi aveva annunciato il divorzio a fine stagione tra il portoghese e il Real. "Ad Alvarez piace troppo la stampa - ha chiosato Mourinho - Smentisco le sue parole, mai detto che vado via. Anche se ho davvero detto che il prossimo anno non sarò qui per il tradizionale incontro".

"Il rapporto con il presidente Perez - ha aggiunto l'allenatore portoghese - Tra noi non ci sono problemi, troveremo la soluzione migliore per tutti, ma ora la cosa più importante è vincere la Coppa del Re e andare avanti in Champions". Mourinho ha un contratto col il Real fino al 2016. La scorsa settimana, il quotidiano El Pais aveva riferito di un'offerta fatta a marzo dal Chelsea, l'ex squadra dello 'special one', precisando comunque che Mourinho non avrebbe firmato ancora nulla.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky