Caricamento in corso...
29 aprile 2013

Prandelli da Tel Aviv: "I nuovi italiani sono il futuro"

print-icon
pra

Antonio Cabrini e Cesare Prandelli sono in visita in Israele (getty)

Il ct azzurro è in visita in Israele, dove si svolgeranno gli Europei under 21: "Sì a un'Italia multietnica". La prima partita degli azzurrini sarà il 5 giugno al Bloomfield Stadium di Tel Aviv contro l'Inghilterra

"Questo è il futuro". Cesare Prandelli, allenatore di una nazionale multietnica, plaude alla composizione del nuovo governo che come ministri ha due "nuovi italiani" in Cecile Kyenge, di origine congolese, e Josefa Idem, tedesca di nascita e azzurra di adozione sportiva. Il ct dell'Italia - in questi giorni in visita in Israele, insieme ad Antonio Cabrini, responsabile della nazionale italiana femminile di calcio - del resto si è più volte espresso a favore, e non solo in campo, dello "ius soli" indicato come obiettivo anche dal presidente Giorgio Napolitano. Tema in questi giorni tornato al centro del dibattito politico.

"Non dobbiamo avere paura o preoccupazioni - dice Prandelli all'Ansa - nei confronti delle persone che hanno idee e soprattutto quando si ha a che fare con persone che hanno qualità. In qualsiasi campo la qualità paga sempre". E a questo proposito cita per la nazionale l'apporto di giocatori come Mario Balotelli e Stephan El Shaarawy. "Secondo me - prosegue- danno qualcosa in più, ti arricchiscono, ti danno la possibilità di capire un modo diverso di vedere le cose. In questo modo ti apri a livello mentale e sei predisposto ad ascoltare. Cosa che spesso - conclude - invece non si fa: non si ascolta".

Verso la Confederations Cup - "A fine campionato si decideranno i giocatori che parteciperanno alla Confederation Cup e chi, invece, farà parte della nazionale Under 21 per i campionati europei in programma a giugno in Israele". Questo la tabella di marcia, d'intesa con il responsabile della Under 21 Devis Mangia, che il ct degli azzurri Cesare Prandelli annuncia all'Ansa in vista degli impegni che nell'immediato futuro attendono le rappresentative nazionali di calcio. Del resto, per stessa ammissione di Prandelli, di giocatori di quella fascia di età "ce ne sono tanti che potenzialmente potrebbero essere già nella nazionale maggiore".
Il ct ha parlato di Insigne, Florenzi, Destro, Verratti, Gabbiadini, Immobile, Di Sciglio, oltre allo stesso El Shaarawy che "sta facendo un campionato notevole". "Un giovane - aggiunge Prandelli - che ha preso sulle spalle la responsabilità di un grande squadra e che lo sta facendo con continuità". Il ct - insieme ad Antonio Cabrini, anche lui in visita in Israele - visionerà lo stadio di Netanya, a nord di Tel Aviv, uno degli impianti - modernissimo - dove si svolgerà la competizione. La prima partita degli azzurrini in Israele sarà il 5 giugno al Bloomfield Stadium di Tel Aviv contro l'Inghilterra.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky