Caricamento in corso...
15 maggio 2013

Europa League, Chelsea-Benfica vale il titolo ad Amsterdam

print-icon
log

All'Amsterdam Arena si disputa la quarta edizione dell'Europa League tra Chelsea e Benfica

Alle ore 20.45 l'atto finale della competizione, con il confronto tra Blues e Aquile . I londinesi inseguono la seconda coppa europea consecutiva, i portoghesi accusano il "tabù finale" dal 1962, data dell'ultimo trionfo con Eusebio

Amsterdam Arena, Chelsea e Benfica. Le coordinate per l’epilogo di Europa League presentano il confronto tra i londinesi di Rafa Benitez e i portoghesi di Jorge Jesus, rivali aggregatesi alla competizione dopo il terzo posto maturato nella fase a gironi di Champions League. Fischio d’inizio alle 20.45, diretta Sky Sport 1 HD/canale 201, Sky SuperCalcio HD/canale 205 e Sky Calcio 1 HD/canale 251.

Appuntamento con la storia – Il Chelsea si candida a divenire il primo club a detenere contemporaneamente i due massimi trofei continentali: l’impianto dell’Ajax come l’Allianz Arena, già teatro del trionfo inglese lo scorso 19 maggio. Senza dimenticare che Lampard e compagni possono alzare il secondo trofeo continentale in altrettante stagioni. È invece un digiuno lungo 51 anni quello del Benfica: l’edizione 1961-1962 fu conquistata dalle Aquile di Eusebio, vittoriose 5-3 sul Real Madrid. Ma da allora, tra Coppa dei Campioni e Coppa Uefa, i portoghesi hanno perso sei finali internazionali. Un’autentica maledizione.

Benitez a caccia del quarto trionfo continentale – Il tecnico spagnolo, ex Inter, al timone di Valencia e Liverpool ha già incamerato una Coppa Uefa, una Champions League e una Supercoppa Uefa. Meno decorato il palmares del collega lusitano, che nel 2008 conquistò una Coppa Intertoto alla guida del Braga. Per Benitez, ingaggiato dal Chelsea lo scorso novembre in luogo di Roberto Di Matteo (fatale lo 0-3 patito allo Juventus Stadium), l’occasione è propizia per accendere una tifoseria che non ha mai condiviso il suo approdo in Blues. L’ultimo confronto tra le sfidanti risale ai quarti di finale della scorsa edizione di Champions League, con un doppio successo inglese.

Benfica ko ad Oporto, Chelsea praticamente sul podio – Una finale storica per i lusitani, preceduta però dallo smacco nel big match contro la rivale nazionale, il Porto. Il gol di Kelvin al ’92 è costato ko, sorpasso in classifica e probabile terzo titolo consecutivo per i Dragoes. Anche in Inghilterra mancano 90’ al termine della stagione, ma tra i Blues e il terzo posto è solo questione di dettagli.

La strada verso Amsterdam: i protagonisti – Il Chelsea, nell'ordine, si è sbarazzato di Sparta Praga, Steaua Bucarest, Rubin Kazan e per ultimo Basilea. Proprio contro gli svizzeri, tra andata e ritorno, i gol di David Luiz (ex dell'incontro, al pari di Ramires e Nemanja Matic) hanno pesato nella corsa alla finale. Ma più del brasiliano, Fernando Torres e Victor Moses condividono un bottino di nove reti in un club dalla solida tradizione internazionale. Di contro i portoghesi hanno eliminato Bayer Leverkusen, Bordeaux, Newcastle e Fenerbahce trascinati dal paraguayano Oscar Cardozo (sei reti in questa edizione di Europa League). Insieme al centravanti, anche in ottica mercato, occhi puntati su Salvio, Gaitan e Ola John.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky