Caricamento in corso...
10 giugno 2013

Confederations, ci siamo. Neymar smaltisce le fatiche-Barça

print-icon
ney

EMILIANO GUANELLA ricorda che battendo in amichevole per 3-0 la Francia, la Seleçao di Scolari rompe un tabù che esisteva dal 2009, in serata ritiro al quartiere generale di Goiania. Tahiti e Italia sono arrivati e c'è chi cerca casa per i Mondiali 2014

di Emiliano Guanella
(da Rio de Janeiro)

E alla fine, arrivò una vittoria! Battendo in amichevole per 3-0 la Francia, la Seleçao di Felipe Scolari rompe un tabù che esisteva dal 2009, solo pareggi o sconfitte con nazionali che hanno vinto un mondiale nella loro storia. La partita, giocata a Porto Alegre, è stata equilibrata per un tempo, poi nella ripresa i padroni di casa sono riusciti a sbloccarla con un passaggio indovinato da Fred per Oscar. Scolari ha sostituito poi l’autore del gol e Hulk, che stava facendo molto bene, per provare una squadra più difensiva con Lucas e Fernando. Il raddoppio è arrivato con l’unico “italiano” della Seleçao, il laziale Hernanes, il terzo gol allo scadere con Lucas. Ancora a secco Neymar, che è sembrato a tratti affaticato per il tour de force di questa settimana, con il viaggio lampo di due giorni a Barcellona per presentarsi al suo nuovo club. Scolari ha dato il lunedì libero ai suoi uomini, che si devono presentare però in serata al quartiere generale di Goiania. Mercoledì il trasferimento a Brasilia dove sabato prossimo il Brasile inaugurerà la Confederations Cup con il Giappone di Alberto Zaccheroni, già qualificato per i Mondiali del prossimo anno.

GLI ALTRI TEAM - La cenerentola Tahiti è già in Brasile da una settimana, l’Italia di Cesare Prandelli è arrivata stamattina all’aeroporto di Rio de Janeiro e domani pomeriggio giocherà un’amichevole contro Haiti allo stadio San Januario del Vasco da Gama. Per gli azzurri il debutto sarà nel nuovo Maracanà domenica prossima contro il Messico. L’Uruguay del maestro Tabarez ha, per ora, tutt’altro a cui pensare. Martedì gioca a Puerto Ordaz una partita decisiva per le qualificazioni contro il Venezuela, davanti a loro in classifica. Attualmente la Celeste è appena settima, lontana dai primi quattro posti che assicurano il biglietto per Brasile 2014 e dal quinto cha dà diritto allo spareggio con la quarta del Centroamerica.

CERCANDO CASA IN BRASILE - Manca ancora un anno ai Mondiali, ma alcune squadre stanno già pensando a dove andranno a stare. È il caso dell’Argentina, reduce da uno 0-0 in casa contro la Colombia, ma comunque saldamente in testa al girone sudamericano. Gli uomini di Sabella saranno ospitati a Belo Horizonte, nel centro del Brasile. La compagnia di bandiera Aerolineas Argentinas, riacquistata dallo Stato argentino, ha recentemente inaugurato la sua nuova rotta proprio verso la capitale di Minas Gerais. I tifosi argentini speravano nella sede di Porto Alegre, la più vicina alla frontiera argentina e l’unica raggiungibile in auto, con un viaggio comunque di una dozzina d’ore, da Buenos Aires. La Francia di Didier Deschamps ha fatto sapere di preferire la città di Riberao Preto, nello stato di San Paolo. Ma per i francesi, secondi nel loro gruppo dietro la Spagna, la qualificazione ai Mondiali non è affatto scontata.

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky