Caricamento in corso...
13 giugno 2013

Del Piero: "Azzurri, non prendete alla leggera la Conf Cup"

print-icon

L'INTERVISTA ESCLUSIVA . "L'Italia è una squadra che deve sfruttare ogni occasione per crescere". E dal 15 giugno alle 20.40 da non perdere su SkySportHD e SkyCalcioHD Del Piero Football Legends-Confederat10ns Cup 2013. IL VIDEO

di Federico Ferri

Alessandro, mancano tre giorni alla partita inaugurale della Confederations Cup, ma anche al debutto di Del Piero Football Legends, la tua prima esperienza televisiva da attore, anzi da autore protagonista. Come ti sei sentito davanti alla telecamera, e lontano dalla solita intervista?

"Posso dire di essermi divertito molto e soprattutto di aver provato un’esperienza creativa, nuova e davvero tutta da scoprire. In fondo è quello che piace fare a me: sperimentare, mettermi alla prova. Ma non mi fate dare giudizi,  non è ancora andata in onda la prima puntata e voglio che siano gli altri dirmi cosa pensano del programma. Io sono contento di avere provato a raccontare storie del calcio che piace a me, viste attraverso la lente della passione e dell’amore per questo sport. Spero di emozionare, come mi sono emozionato io a raccontarle".

Sarà la migliore Confederations Cup della storia di questa manifestazione. Sarà la Confederations Cup di Italia-Brasile. Qual è la prima cosa che ti viene in mente, se pensi a questa partita?

"Italia-Brasile è una di quelle sfide che ti mettono i brividi anche se la vedi sul divano, pensate a cosa può voler dire giocarla. A me è capitato al Torneo de France, una sorta di mini Confederations che si disputò tra Lione e Parigi nel 1997, in preparazione ai Mondiali dell'anno successivo. Fu una partita spettacolare, segnai una doppietta, finì 3-3: due dei gol brasiliani li segnarono Romario e Ronaldo. Il tabellino di quella partita, con il mio nome a fianco dei loro, entra nella classifica dei ricordi più belli della mia esperienza in maglia azzurra".

A proposito di azzurro: l'Italia soffre in Repubblica Ceca e pareggia pure in amichevole contro Haiti. Sono scorie di una stagione faticosa ancora da smaltire o c'è da preoccuparsi?
"E' già accaduto in passato, secondo me rientra nella normalità un piccolo calo in questo periodo dell'anno. Quello che conta è essere ormai vicinissimi alla qualificazione ai prossimi Mondiali, che non si giocheranno in un posto qualunque, ma dove si ama il calcio più di qualunque altro luogo al mondo. Ecco perché non c'è alcun rischio che qualcuno prenda alla leggera questa Confederations. Non dimentichiamoci che l'Italia è vicecampione d'Europa, una squadra di belle speranze che deve sfruttare ogni occasione per crescere e migliorare ancora. Quando si giocano certe partite, quando si gioca in certi stadi, la determinazione e la concentrazione vengono da se'. Vincere aiuta a vincere, gli azzurri lo sanno, e per questo saranno carichi al punto giusto. Speriamo che sia l'inizio di una lunga avventura, e che si concluda con un gran finale tra un anno".

Alla conferenza stampa di presentazione della nuova esperienza a SkySport hai parlato di un possibile ritorno in Italia, con il tuo Sydney FC, per la preparazione estiva: lo confermi? Puoi rivelare dove?

"Si, ormai posso dire che trascorreremo in Italia alcuni giorni di ritiro ad agosto, in preparazione della nuova stagione. Sono particolarmente contento di tornare a giocare qui, e sarà un bel modo per ritrovare il contatto con tanta gente che - anche da così distante, in Australia - ho sempre sentito vicinissima. Dove? Ancora non lo posso dire... Ma presto lo saprete, insieme con il calendario della amichevoli che giocheremo".

E che potrete vedere in esclusiva su Sky. Come "Del Piero Football Legends - Confederat10ns Cup 2013", dal 15 giugno alle 20.40 su SkySportHD e SkyCalcioHD, prima di tutte le serate di gara della Confederations Cup (disponibili anche su Sky On Demand).

Premier League 2017-2018

Tutti i siti Sky